Controindicazioni della dieta del pompelmo

Le controindicazioni della dieta del pompelmo: un agrume dalle molteplici proprietà che potrebbe causare fastidi e disturbi importanti.

chiudi

Caricamento Player...

La dieta del pompelmo ha raggiunto negli anni un grande successo tra la popolazione femminle. Si tratta di un particolare regime alimentare privo di grassi e ricco di proteine in grado di ridefinire la silhoutte. Tra i principali benefici vi sono quello di perdere peso, ridurre gli inestetismi della cellulite e sgonfiare la pancia. Naturalmente, per ottenere dei risultati visibili e duraturi è necessario impegnarsi e avere costanza e serietà. Se alla dieta si abbina anche una moderata attività fisica di venti minuti al giorno, si potranno ottenere risultati stupefacenti senza troppa fatica. Tuttavia, come ogni dieta, anche in questo caso bisogna avere delle accortezze e verificare in precedenza le proprie condizioni di salute.Vediamo quali sono le principali controindicazioni della dieta del pompelmo.

Prima di intraprendere un nuovo regime alimentare è necessario conoscere le controindicazioni della dieta del pompelmo: bruciore addominale e interazione con i farmaci.

La dieta del pompelmo non è consigliata a chi soffre di frequente bruciore di stomaco e reflusso gastrico. Il pompelmo fa parte della famiglia degli agrumi e quindi irrita l’intestino. Inoltre, la sua acidità influisce sulle condizioni dello smalto dei denti. Questa sua condizione lo porta ad intaccare lo smalto e quindi si consiglia di bere una spremuta di pompelmo diluita con acqua.

Una serie di ricerche e di studi scientifici hano inoltre dimostrato come il pompelmo possa interferire con alcuni tipi di farmaci. Tra i medicinali più a rischio di interazione ci sono la pillola anticoncezionale e i farmaci anticolesterolo. Si tratta, dunque, di farmaci di uso molto comune e quindi a maggior ragione è opportuno rivolgersi al proprio medico quando si decide di intraprendere una nuova dieta. Quando si ingerisce anche solo una spremuta di pompelmo scaturisce una reazione tale per cui diminuisce l’assorbimento del medicinale.