Ci sono diversi casi in cui occorre ricorrere alla conservazione del latte materno, vediamo quali sono e come fare per conservarlo.

L’allattamento al seno è consigliato ogni qualvolta sia possibile, tuttavia ci sono casi in cui, nonostante ci sia la produzione di latte, il bambino incontri difficoltà nella suzione. In questi casi la soluzione adatta è la conservazione del latte materno. Ad esempio se il neonato incontra delle difficoltà ad attaccarsi al seno, oppure in tutti i casi in cui la madre debba assentarsi e lasciare, quindi, il neonato alle cure di qualcun altro. Scopriamo, quindi come conservare il latte materno tirato.

Come conservare il latte materno: consigli utili

La prima cosa da fare per conservare in modo corretto il latte materno è sicuramente quella di utilizzare dei contenitori puliti. Bisogna anche lavarsi le mani prima di procedere sia a tirare il latte che a conservarlo.

Biberon per il latte
Fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/biberon-donna-incinta-mano-41222/

Nel caso in cui si voglia conservare il latte raccolto nell’arco di 24 ore, è possibile farlo, in questo caso però bisogna ricordarsi di mescolarlo sempre quando è alla stessa temperatura. Quindi, se si conserva in frigo, va prima conservato separatamente e poi unito in un unico contenitore, solo dopo che ha raggiunto un’unica temperatura.

Tempi di conservazione a temperatura ambiente

Il latte materno, dunque, può essere conservato sia a temperatura ambiente, che in frigo, o anche nel freezer stesso. Ovviamente ognuno di questi metodi garantirà un tempo di conservazione differente.

Bambino che beve dal biberon
Bambino che beve dal biberon

Conservarlo a temperatura ambiente è sicuramente l’opzione meno consigliata, poiché in questo caso la conservazione sarà variabile e dipenderà, appunto, da quanto è elevata la temperatura. Ad esempio d’estate o comunque con una temperatura superiore ai 25-26°, a temperatura ambiente il latte si manterrà per non più di 4-6 ore.

Per quanto a lungo tenere il latte materno in frigorifero o in freezer?

Posto in frigorifero a una temperatura, quindi, compresa tra gli 0 e i 4 °C il latte si conserverà per all’incirca 4 o 8 giorni al massimo. Per quanto riguarda il congelatore invece, bisogna considerare altri fattori.

Nel caso del congelatore a due porte che arriva a una temperatura di -18 °C il tempo di conservazione va dai 3 ai 6 mesi. Invece, per congelatori separati (fino a -20 °C) il latte può essere conservato per un periodo più lungo, ovvero dai 6 ai 12 mesi.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Come prepararsi ad affrontare il terzo trimestre di gravidanza

Si può restare incinta con la pillola anticoncezionale?