Concerto di Natale in Vaticano 2016: la storia

Concerto di Natale in Vaticano: la storia del tradizionale appuntamento natalizio che quest’anno compie “ventiquattro anni”

chiudi

Caricamento Player...

Si avvicina il classico appuntamento natalizio con il Concerto di Natale in Vaticano 2016 giunto quest’anno alla ventiquattresima edizione. Una storia cominciata nel lontano 1993 e che ancora oggi si conferma un appuntamento imperdibile per milioni di telespettatori sia in Italia che nel resto del mondo.

I primi anni

Correva l’anno 1993 quanto il Vicariato di Roma chiesa a Stefania Scorpio, anima mente della Prime Time Promotions, di ideare un’iniziativa per promuovere “50 chiese per Roma 2000“. Si trattava di un impegno difficile: la costruzione di nuove chiese in diversi quartieri di Roma per offrire al popolo degli spazi dove incontrarsi e comunicare. Per fare tutto ciò era necessario inventarsi qualcosa di unico che potesse aiutare concretamente la realizzazione di queste Chiese. Nacque così l’idea di organizzare un grande evento musicale con il supporto di tantissimi artisti provenienti da ogni parte del mondo per cantare il Natale mixando tutti i generi musicali.

Il primo Concerto di Natale

La prima edizione del Concerto di Natale in Vaticano è stata realizzata nel 1993 presso l’Aula Paolo VI in Vaticano. Per circa 14 anni l’evento è stato ospitato sempre nella stessa location con la partecipazione di illustri artisti sia italiani che internazionali accompagnati da un’orchestra sinfonica e da cori gospel e di voci bianca. Il Concerto di Natale venne approvato subito da Papa Giovanni Paolo II primo grande sostenitore che prima di ogni concerto incontrava in udienza speciale tutti gli artisti protagonisti presso la Cappella Clementina. Tantissimi gli ospiti che si sono susseguiti nel corso di questi 24 anni: da B.B. King, Mick Hucknall e tantissimi anche i grandi complessi orchestrali che si sono alternati. Nel corso degli anni l’evento ha cambiato diverse volte location: dapprima Montecarlo, poi il Teatro Filarmonico di Verona, Catania, Malta sino alla sede attuale dell’Auditorium della Conciliazione di Roma.

(fonte foto: https://www.facebook.com/concerto.dinatale/)