Non c’è più la mezza stagione: come vestire i bambini?

L’autunno e questi periodi in particolare propongono un atavico problema: come vestire i bambini in modo appropriato per evitare il rischio che si ammalino?

chiudi

Caricamento Player...

Freddo, pioggia, vento. Anzi no, ancora caldo. L’autunno è la stagione più problematica per i bambini, ma anche per le mamme. Come regolarsi con i vestiti quando il clima non è  ancora definito? Come  proteggere i bimbi dal  freddo che inizia ad arrivare  senza ingolfarli troppo, magari rischiando di farli ammalare ugualmente per eccesso di zelo? Un bell’interrogativo, soprattutto in questi giorni in cui in Italia non si capisce bene in che mese siamo: pioggia e maltempo al nord, variabile al centro,  clima ferragostano al sud, con le spiagge – incredibile ma vero – ancora popolate da bagnanti.

Il passaggio dall’estate all’autunno, o in generale dal  caldo al fresco, è generalmente il momento in cui i bimbi si ammalano di più. La ragione è semplice: si suda ancora, soprattutto quando si comincia a correre o a muoversi un  po’ di più,  ed al minimo colpo di vento gli effetti negativi sono più che raddoppiati. Raffreddore, influenza, mal di gola erano all’ordine del giorno a settembre fino  a qualche anno fa. Oggi il momento critico è slittato di qualche settimana: come  vestire i piccoli, soprattutto i neonati, in questa fase dell’anno?

In  generale, va detto che i bambini non soffrono il  freddo – ed anche il caldo – come gli adulti. Non vanno coperti eccessivamente, insomma, specie quando la temperatura non  si è ancora stabilizzata. Meglio ragionare per strati: si aggiunge poco alla volta un indumento. Un giubbottino leggero quando la sera inizia a fare freschino, magari una seconda maglietta quando la  temperatura diminuisce di qualche grado, quindi  un giubbotto più pesante la  sera, quando i gradi diminuiscono ulteriormente. L’importante è non vestire i piccoli mai in eccesso durante le ore più calde: sudare è quanto di peggio possa esserci per un bambino, in particolare all’aria aperta.

Ma i tessuti? Quali sono i più indicati per questi tempi? Il cotone va ancora più che bene. Non fa ancora  un freddo da lana, non è neppure il caso di imbottire i bimbi con maglie a collo alto. Perfetti Perfetti i capi in stoffe naturali, che assorbono il sudore, e le  tute che – in  fondo –  vanno bene per tutte le stagioni. Per i più piccoli, i body in caldo cotone sono assolutamente appropriati per il periodo.

Attenzione, poi, ai repentini cambi di temperatura. Entrare in un’auto o in un locale riscaldato potrebbe rivelarsi un boomerang: meglio evitare sbalzi repentini.