Come usare olio essenziale di camomilla blu

L’olio essenziale di camomilla blu è molto apprezzato per le sue proprietà: scopriamo quali sono e come si usa.

chiudi

Caricamento Player...

Gli effetti della camomilla ‘tradizionale’ sono noti principalmente per l’effetto che essa esercita a livello psichico: la camomilla infatti è considerato il calmante naturale per antonomasia, che adulti e bambini possono assumere tranquillamente prima di andare a dormire senza alcuna controindicazione. Poche persone invece conoscono l’esistenza dell’olio essenziale di camomilla blu, chiamato anche camomilla vera o camomilla tedesca: è estratto da distillazione a vapore, procedimento che gli conferisce la caratteristica colorazione bluastra, e per un chilo di essenza sono necessari ben 300 kg di fiori di camomilla.

A differenza della camomilla che tutti conosciamo, l’olio essenziale di camomilla blu risulta essere impiegato in caso di acne, eritema da pannolino, infiammazioni o allergie cutanee, ed è parte integrante di creme con effetto lenitivo. Viene usato spesso, in combinazione con un altro olio, per combattere gli eczemi all’interno delle orecchie oppure combinato con la salvia sclarea o l’achillea millefoglie per combattere i dolori mestruali o i bruciori di stomaco.

L’olio essenziale di camomilla blu risulta essere un olio molto forte, e va quindi opportunamente diluito con un olio di base, che può essere ad esempio quello di mandorle o di germe di grano. Per beneficiare delle sue proprietà emollienti, si può diluire qualche goccia di olio essenziale di camomilla blu nell’acqua della vasca da bagno, oppure nell’olio che usiamo abitualmente per il massaggio.

Prendere l’abitudine di utilizzare questo prezioso olio nella beauty routine quotidiana gioverà non poco alla salute della nostra pelle. L’olio essenziale di camomilla blu è disponibile per l’acquisto sia in erboristeria che nei negozi online che trattano prodotti naturali.