Come usare olio di neem per i capelli

Impariamo ad utilizzare shampoo e impacchi a base di olio di neem, un alleato naturale per il benessere dei nostri capelli

chiudi

Caricamento Player...

Il preziosissimo olio di neem è da sempre un valido alleato anche nel benessere della persona, lo abbiamo trovato in moltissime applicazioni nella bellezza di pelle, capelli, denti e unghie. Scopriamo ora insieme come sfruttare al meglio tutte le sue caratteristiche nella cura dei capelli. L’olio di neem è  molto conosciuto infatti perché incentiva la crescita dei capelli e combatte forfora e pediculosi. Inoltre la sua profumazione molto intensa lo rende particolarmente sgradito agli insetti: da qui la sua qualità principale, che è quella di repellente, una dote molto utile che può trovare impiego anche nel trattamento dei capelli infestati dai pidocchi. Per ottenere in poco tempo effetti curativi, basterà versare poche gocce di olio di neem direttamente sul cuoio capelluto e massaggiare alcuni minuti. Dopo aver lasciato in posa per almeno un’ora, si laveranno i capelli con shampoo e balsamo, avendo cura di lisciarli con un pettine a denti strettissimi, per favorire l’eliminazione dei parassiti e delle loro uova.

Le sue proprietà disinfettanti e antibatteriche lo rendono eccellente non solo nella cura ma anche nella prevenzione dei pidocchi e diventa veramente utile quando si tratta di proteggere i nostri bambini in caso di infestazioni nei luoghi scolastici. Per quanto riguarda la forfora, eliminare questo fastidioso problema starà possible realizzando impacchi periodici sulla cute, lasciando in posa anche tutta la notte (basterà coprire i capelli con un asciugamano) per poi lavare il tutto come di consueto per eliminare l’odore, che può risultare troppo intenso agli olfatti più delicati. Infine, l’applicazione di olio di neem sul cuoio capelluto stimola e riattiva la circolazione sanguigna, in questo modo andrà a favorire la crescita dei capelli, che risulteranno rivitalizzati e rinvigoriti.