Come usare olio di neem come contraccettivo

Olio di neem come spermicida naturale: ecco un’altra proprietà del prezioso olio dai mille usi

chiudi

Caricamento Player...

L’olio estratto dai semi di Azadirachta Indica, meglio conosciuto come olio di neem, contiene alcune preziose sostanze che gli conferiscono una serie di numerosissime proprietà, alcune delle quali ancora poco conosciute. Una di queste è l’effetto contraccettivo che si avrebbe per via della sua attitudine a neutralizzare gli spermatozoi. I contraccettivi orali che si trovano comunemente in commercio, vengono prescritti dal ginecologo ed assunti sotto stretta sorveglianza proprio perché comportano pesanti effetti collaterali per la salute, andando ad alterare l’assetto ormonale, e possono provocare alla circolazione con rischio di ictus e trombosi.

Fortunatamente esistono soluzioni alternative la cui efficacia dipende dalla tipologia di contraccettivo che si sceglie, ma poche di esse possono dirsi totalmente immuni da effetti collaterali. Dall’India viene tramandata una soluzione naturale, basata sull’utilizzo dell’olio di neem (anche se non esistono delle prove scientifiche che ne hanno osservato gli effetti nel corso del tempo). Quindi l’olio di neem assunto come contraccettivo può non garantire una completa protezione da gravidanze indesiderate e, soprattutto, non ha alcuna funzione che accerti l’immunità da possibili malattie sessualmente trasmissibili.

L’olio di neem contiene nimbidinate di sodio, un elemento che risulta in grado di annientare la produzione spermatica nell’uomo con un tempo di reazione di cinque minuti per 1000 mg di sostanza assunta, inducendo una sterilità transitoria che scompare dopo alcune settimane. L’olio di neem in funzione contraccettiva viene utilizzato soprattutto in India, dove esistono apposite fondazioni per la diffusione e la scoperta delle proprietà della sostanza naturale, e dove si trova preparato in capsule per l’uomo o in forma di creme ad applicazione locale per la donna dopo i rapporti non protetti.