Come usare l’artiglio del diavolo

Come usare l’artiglio del diavolo: la pianta miracoloso in grado di dare un sollievo reale a dolori reumatici di varia natura.

chiudi

Caricamento Player...

L’artiglio del diavolo è una pianta utilizzata e apprezzata in ambito medico per le sue molteplici proprietà. Viene impiegata principalmente per dare sollievo dolori delle articolazioni e reumatismi di varia natura. Inoltre, sono sempre di più gli sportivi che preferiscono dare sollievo a traumi fisici con l’artiglio del diavolo invece di ricorrere a medicinali. In commercio la si trova sotto varie forme. Tra le più comuni vi sono i rimedi di pomate a base di artiglio del diavolo, oppure in gocce per preparare tisane. Vediamo nel dettaglio come usare l’artiglio del diavolo e trarne beneficio.

Come usare l’artiglio del diavolo e dire addio a fastidiosi mal di testa e mal di schiena. Bateranno poche gocce al giorno e un dolce massaggio per ritornare in forma.

Con l’artiglio del diavolo si possono curare molti sintomi di natura dolorosa come mal di schiena e mal di testa grazie alle sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie. Per quanto riguarda l’utilizzo esterno, dunque, la si trova in gel o in pomata e servono per tutte le infiammazioni articolari.

Inoltre, l’artiglio del diavolo si può assumere per via orale sotto forma di tintura madre, capsule o compresse. La sua assunzione deve essere effettuata sotto stretto controllo medico e in generale il trattamento non deve superare le 2 settimane. La tintura madre si presenta sotto forma di gocce. La dose consigliata è di 30 gocce diluite in acqua per 3 volte al giorno. Diversamente, la potete assumere sotto forma di estratto secco, per problemi osteoarticolari e reumatici. Si raccomandano 300-600 mg al giorno da suddividdere in 3 momenti della giornata. Se amate le tisane preparatene una con la tintura madre. Versare 5 grammi di prodotto in mezzo litro d’acqua bollente e lasciar riposare qualche minuto. Berla 3 volte al giorno.