Come ritoccare smalto semipermanente

Il semipermanente è un modo perfetto per avere le unghie in ordine a lungo. Ma come ritoccare questo smalto per essere impeccabili?

chiudi

Caricamento Player...

Avere le unghie in uno stato impeccabile è la primissima priorità di chi lavora a contatto con il pubblico. La clientela si accorgerà immediatamente, infatti, di ogni segno di trascuratezza riguardante il nostro aspetto, soprattutto a livello delle mani.

Lo smalto semipermanente è la soluzione migliore se non si vuole ritoccarlo spesso. Infatti massimo 20 giorni dall’applicazione, la stessa va rivalutata a seconda della crescita dell’unghia e delle sbeccature eventuali.

Si tratta di un’operazione svolta dai centri estetici più capaci, ma come? Innanzitutto tramite limatura e modellamento delle unghie e taglio, nel caso siano diventate troppo lunghe.

Dopodiché ci si occupa delle cuticole, abbassandole per applicare il ritocco. Si procede con l’applicazione del primer sulla ricrescita ed in seguito dello smalto semipermanente del colore che già indossiamo. Facciamo asciugare sotto lampada UV e usiamo del sigillante e lucidante, di nuovo facendolo asciugare sotto le lampada UV.

Per finire in bellezza, usiamo un impacco idratante. I centri più qualificati, operano anche un massaggio finale con creme speciali per donare relax anche alle nostre mani.