Presentate tutti i sintomi della disfunzione ovulatoria, ma volete qualche certezza in più? Ecco tutti i consigli per riconoscerla in maniera sicura.

La disfunzione ovulatoria è una patologia per cui l’ovulazione si presenta in maniera irregolare o addirittura del tutto assente, specialmente in presenza di cicli mestruali irregolari, tensione mammaria, gonfiore addominale o alterazioni dell’umore.
Questo particolare disturbo si presenta soprattutto nel periodo della premenopausa, ma anche nel caso in cui la paziente sia affetta dalla sindrome dell’ovaio policistico, iperprolattinemia, ipotiroidismo subclinicoamenorrea anovulatoria.
La disfunzione ovulatoria porta a serie difficoltà nell’avere un’ovulazione efficace, e può quindi causare difficoltà nel concepire e, nei casi più gravi, sterilità.
La diagnosi viene fatta attraverso la misurazione dei livelli ormonali nel sangue e l’esecuzione di apposite ecografie pelviche.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Questa patologia si può riconoscere nel caso in cui il ciclo mestruale risulti fortemente irregolare, dall’insorgere di dolori al basso ventre e all’addome, stanchezza e irritabilità, debolezza cronica e mal di testa ricorrenti e di forte intensità, e infine perdite all’infuori del ciclo, che sin presenta in maniera del tutto sporadica o ritardataria.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 27-11-2015

Quanto costa lacca colorata per capelli bianchi

Quanto costa la liposuzione viso