Come rammendare un buco o uno strappo con ago e filo

Come rammendare un buco?

Fin dall’antichità le nostre nonne ci hanno insegnato a rammendare i vestiti rotti. Ma questa tecnica si sta un po’ perdendo… Vediamo come si fa!

Oggi siamo abituati a gettare nella spazzatura un capo rotto o danneggiato come un calzino bucato o un maglione con un filo tirato. In passato, di fronte a questi inconvenienti, invece la prima cosa da fare era provare a rammendare il capo.

Se questa triste sorte è toccata al vostro capo preferito e non volete proprio separavene (un po’ perchè sarebbe uno spreco, e un po’ per motivi affettivi) scopriamo come si come si cuce, per esempio, un calzino bucato e come riparare diversi tipi di indumenti.

Come rammendare un buco (in calze e capi)?

Per cucire un calzino rotto è necessario avere il famoso uovo di legno. Questo strumento consiste in una pallina di legno, da infilare all’interno della calza, in modo tale che faccia da supporto rigido per cucire.

Solitamente si cuce con il tessuto rivolto al rovescio, in modo tale da non notare poi le cuciture dall’esterno.

Rammendare un buco
Rammendare un buco

Dovrete unire i lembi dello strappo e piano piano dare dei punti, procedendo con ordine lungo il taglio. Infine, dopo aver dato l’ultimo punto, potrete fare un nodo per fissare il tutto.

Come rammendare uno strappo? Uno strappo nel tessuto è già un po’ più insidioso. Infatti, è necessario prendere un altro pezzo di stoffa, di dimensione maggiore rispetto allo strappo e di forma quadrata. Questo andrà applicato al rovescio del capo e fissato con parecchi punti. Vi consigliamo di farlo con la macchina da cucire, in questo modo il rammendo sarà più resistente.

Come rammendare un buco nel maglione?

Per sistemare un buco in un maglione di lana è necessario, anche in questo caso capovolgere il capo. Poi dovrete prendere un filo di lana dello stesso colore del capo e seguendo i punti già dati a maglia, potrete chiudere il buco. Vi consigliamo di utilizzare un ago da lana apposito, più grosso e con la punta arrotondata. Invece, per risistemare un filo tirato, è necessario prendere un uncinetto e infilare il filo all’interno del capo. Buon lavoro!

ultimo aggiornamento: 21-01-2020

G S

X