Come pulire piastra in tormalina

La nostra fida piastra in tormalina necessita di manutenzione costante. Come pulire questo materiale così delicato?

chiudi

Caricamento Player...

Le piastre professionali sono formate da usano piatti di ceramica sia per lisciare che per arricciare i capelli.

Ovviamente, sia che siano nuove, che datate, necessitano di una manutenzione appropriata. Serve innanzitutto per far durare la piastra più a lungo e poi per non permettere ad un piatto usurato di rovinare i nostri capelli.

Come funziona la pulitura della piastra? Prima di tutto chiariamo: anche se sono invisibili, esistono residui di lacca, gel oppure spuma e balsami vari che restano attaccati alla tormalina e con l’andare del tempo ne causano l’usura.

Per garantirsi sempre una funzionalità al top, meglio non correre rischi e pulire spesso i piatti o il cilindro che arriccia. Senza provocare alcun danno di sorta, ma semplicemente prendendo qualche piccola precauzione, smontiamo la piastra – ovviamente scollegandola dalla corrente!

Stiamo ben attente a evitare qualsiasi contatto con acqua, via da vasca e lavandino, dunque. Se è ancora calda, attendiamo che si sia raffreddata totalmente e dopodiché inumidiamo con acqua un panno morbido.

A questo punto passiamolo sulla piastra di tormalina e sfreghiamo lievemente. Sì, basta l’acqua. Perché? Semplicemente perché non si devono mai usare prodotti abrasivi per pulire questi materiali. Il rischio è danneggiare la tormalina, causando dei danni irreparabili che poi andrebbero a ledere la salute stessa dei nostri capelli.

Non ce ne accorgeremmo al primo uso, questo è il rischio più grande, ma solo con l’andare del tempo, dunque è meglio tutelarsi.