Come pulire le pentole bruciate con bicarbonato

Ecco come ridurre il danno e come pulire le pentole bruciate con bicarbonato.

chiudi

Caricamento Player...

Ecco, l’abbiamo fatta grossa: abbiamo bruciato una pentola ed ora è da buttare! Alt! Fermi tutti: non occorre gettare via una pentola bruciacchiata, ma armarsi di pazienza e bicarbonato e darsi da fare per farla tornare brillante.

Certo, se è bruciata a livello massivo, possiamo metterci il cuore in pace: non tornerà certo come nuova, tuttavia possiamo tentare di ridurre il danno e renderla di nuovo utilizzabile, perlomeno.

Gli ingredienti per fare in modo di creare la mistura che vi restituirà la vostra pentola sono:

  •     1 bicchiere di aceto;
  •     2 cucchiai di bicarbonato di sodio;
  •     1 tazza di acqua.

Lavoriamo sulla nostra pentola, formando un primo strato con la tazza d’acqua e allungando il tutto con il bicchiere d’aceto. Non è ovviamente necessario usare quello pregiato da cucina, ma si consiglia di tenere sempre in casa un aceto economico, che possa servire in questi ed altri piccoli danni da riparare.

Mettiamo la pentola di nuovo sul fuoco e facciamo bollire il composto. Dopodiché togliamo il tutto dal fuoco e aggiungiamo finalmente il bicarbonato. A questo punto si forma una schiuma. Dobbiamo aspettare pazientemente una decina di minuti, dopodiché sciacquare e procedere al lavaggio come se stessimo lavando, appunto, una qualsiasi pentola. I residui si staccheranno e potremo procedere con un raschietto morbido per rimuovere quelli più ostinati!