Ecco come pulire la lavatrice e disinfettarla con metodi fai da te per eliminare i cattivi odori e avere un bucato sempre profumato.

In seguito a lavaggi frequenti, all’utilizzo di detersivi e allo sporco ostinato di alcuni vestiti, possono formarsi dei residui nella lavatrice che causano cattivi odori. Ma come fare a sbarazzarsene e a evitare la formazione di calcare e muffe? Con le giuste precauzioni (e i metodi collaudati e tramandati dalle nonne) pulire la lavatrice e disinfettarla sarà più semplice che mai!

Inoltre, questi segreti prevedono l’uso di prodotti naturali, il che ci farà anche risparmiare un po’ di soldi che avremmo speso in prodotti per la casa costosissimi. Siete pronti? Allora seguiteci e… diciamo addio ai cattivi odori della lavatrice!

Come pulire i filtri e il cestello della lavatrice

Tra le cose da tenere sempre pulite ci sono i filtri. Questi sono fatti a rete e dovrebbero essere puliti una o due volte l’anno. Per una corretta pulizia dovete chiudere i rubinetti dell’acqua e smontare i filtri, assicurandovi anche di posizionare degli asciugamani sul pavimento.

In questo caso potrebbe risultare utile consultare il libretto di istruzioni dell’elettrodomestico, in particolar modo se non siete molto pratici!

Lavatrice
Lavatrice

Ora preparate una soluzione di aceto, limone e bicarbonato e strofinatela all’interno del cestello e sui filtri. Fate un lavaggio a vuoto a 90 °C in modo da disinfettare a fondo.

Guarnizione pulite per un bucato perfetto

Onde evitare la formazione di muffe è opportuno pulire e igienizzare le guarnizioni e le gomme. Queste, essendo fatte di gomma tendono ad accumulare più batteri e muffe compromettendo il risultato di un bucato pulito.

Inoltre è importante eseguire una pulizia periodica delle vaschette dove si mette il detersivo e l’ammorbidente.

Come prodotti per pulire vi basterà del detersivo che usate per i panni da sciogliere in acqua calda. Usate un panno in microfibra o una spugna pulita e passatelo sulle zone interessate. Terminate con un lavaggio a vuoto usando poche gocce di detersivo.

Contro il calcare, invece, è un vero toccasana l’aceto di vino bianco. Versatene un po’ nelle vaschette e fate un lavaggio a vuoto per igienizzare a fondo ed eliminare ogni traccia di calcare.

Disinfettare le altre parti della lavatrice

Oltre al filtro, al cestello e alle guarnizioni, è bene disinfettare anche la vaschetta del detersivo e la parte esterna.

Per la prima è bene farlo una volta al mese, per evitare accumuli indesiderati di calcare. Consigliamo l’utilizzo dell’aceto di mele o di vino bianco e del bicarbonato. Il procedimento prevede l’estrazione della vaschetta per poi essere risciacquata nell’acqua calda. In seguito con un panno cercate di rimuovere gli accumuli di detersivo e ammorbidente rimasto se ci sono. Preparate poi una bacinella di acqua calda con dentro mezzo litro di aceto e due cucchiai di bicarbonato. Lasciate in ammollo per 30/40 minuti e il risultato sarà ottimo.

Invece per la parte esterna è bene usare un detergente spray senza additivi chimici al sapone di Marsiglia; oppure preparare un composto di aceto e acqua, o di bicarbonato e acqua. fatto questo è necessario spruzzare il liquido sulla parte esterna della lavatrice, con particolare attenzione all’oblò, che dovrà essere pulito e disinfettato sia all’interno sia all’esterno.

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Lavatrice

ultimo aggiornamento: 12-05-2020


S.O.S. ricrescita: 4 semplici opzioni per eliminarla, se il parrucchiere è chiuso!

Coltivare in acqua fiori, verdure e piante: è facilissimo!