Come pulire il tagliere di plastica e di legno: i rimedi naturali

Pulire il tagliere dallo sporco più ostinato? Ecco i metodi infallibili!

Vi siete spesso chiesti come pulire il tagliere a fondo dallo sporco più ostinato? Ecco i rimedi naturali che fanno al caso vostro ed eliminano tutti i residui di cibo!

Forse non ci avete mai fatto caso, ma il tagliere è un utensile da cucina che accumula parecchie impurità e batteri. In particolare nei solchi che crea il coltello si insidiano dei residui di cibo. Adesso che lo sapete, non vi spaventate: bastano pochi e semplici ingredienti che avete comunemente nella dispensa della vostra cucina per pulire il tagliere a fondo con i rimedi naturali!

Come pulire il tagliere di plastica?

Per pulire questo tipo di materiale, utilizziamo la tecnica più amata dai macellai. Sono necessari pochi ingredienti: mezzo limone, un cucchiaio di sale grosso, dell’acqua calda e una spugna. Per procedere con questa operazione è necessario strofinare a lungo il limone, dalla parte della polpa, sul tagliere.

Poi, potrete aggiungere il sale e continuare a strofinare con la spugna, aggiungendo di tanto in tanto dell’acqua calda. Infine, potrete risciacquare il tutto, facendo un normale lavaggio con il detersivo per i piatti, e noterete che le righe nere saranno scomparse.

Spesso i taglieri di plastica sono di colore bianco; si può tranquillamente pulire il tagliere con la candeggina, l’importante è risciacquarlo molto bene, dopo averlo lavato anche con il sapone dei piatti.

Tagliere
Tagliere

Come pulire il tagliere di legno?

Il tagliere di legno, invece, è leggermente più delicato: infatti sarebbe meglio tenerlo a contatto con l’acqua il meno possibile. Quando questo risulta difficile, vi consigliamo almeno di asciugarlo immediatamente in seguito ad ogni tipo di utilizzo.

È importante, però, ricorrere il meno possibile a detersivi chimici e alla lavastoviglie siccome il legno è molto poroso come materiale (e potrebbe rovinarsi).

Per pulire questo materiale vi consigliamo una soluzione a base di aceto e bicarbonato di sodio, che è un ottimo disinfettante naturale. Versate questa pasta sul tagliere e strofinate, poi rimuovete con la spazzola per la pulizia dei piatti.

L’aceto è ottimo anche se spruzzato sulla superficie del tagliere di legno: lasciate agire per una ventina di minuti, poi sciacquate con acqua tiepida.

Infine, con l’uso, è possibile che i vostri taglieri (ma anche tutti gli altri utensili in legno) risultino ‘secchi’. Ogni due mesi potete quindi lucidarli con dell’olio di semi di lino: depositate qualche goccia d’olio e strofinatelo sulla superficie in legno con una spugnetta. Lasciate asciugare e poi riponete il tagliere nella credenza.

ultimo aggiornamento: 14-01-2020

G S

X