Scopriamo insieme come pulire i cardi in modo semplice e che non richieda troppo tempo. I trucchi da seguire per ottenere un buon risultato.

I cardi sono tra gli ortaggi più gustati in inverno, sopratutto per la possibilità di friggerli ed inserirli nel menu di Natale. Per fortuna, nonostante sulle prime possano sembrare ostici, sopratutto per quanto riguarda la loro pulizia, ci sono diverse piccole strategie che possono essere messe in atto con successo.
Scopriamo quindi come pulire i cardi in base al tipo che ci si trova davanti e senza avere problemi.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Come pulire i cardi selvatici e non

Per la pulizia dei cardi selvatici (e non solo) è importante prima di tutto indossare dei guanti, in modo da evitare di pungersi con le loro spine.

cardo
cardo

Fatto ciò vanno eliminate le foglie più esterne per pulire quelle centrali. In questa fase è molto importante togliere con cura tutte le spine. Operazione che si può svolgere sia con un coltello che con una pinzetta.
La costa deve essere lavata in acqua fredda in modo da eliminare possibili residui.

Andando, invece, ai cardi a coste, questi si trovano solitamente già privi delle foglie esterne. Ciò aiuta quindi a risolvere il problema del come pulire i cardi velocemente.
Al contrario di quelli selvatici, i cardi a costa hanno però dei filamenti che andranno eliminati. Anche in questo caso si rende poi necessario lavarli in acqua fredda.

Cardo gobbo: come si pulisce

Quando si parla di cardi, pulire gli stessi in modo efficiente è estremamente importante per non comprometterne il consumo. Nel caso del cardo gobbo, che è uno tra i più apprezzati, la pulizia andrà effettuata allo stesso modo. Ciò che cambia è che questo cardo può essere mangiato anche crudo. Ed in tal caso è opportuno soffermarsi maggiormente sulle fasi di pulizia. In questo modo si avrà la certezza di aver eliminato ogni residuo e di aver tolto tutte le spine.

Infine, potrebbe essere utile tagliare con maggior cura il gambo. Senza cottura, infatti, il rischio è quello di trovarsi con parti troppo dure e difficili da masticare. Un problema che si può risolvere semplicemente rimuovendo le estremità che si rivelano più difficili.
Infine, per tutti i tipi di cardi, può essere utile sapere che immergerli in acqua e succo di limone li aiuterà a mantenere un colore brillante, rendendoli più gradevoli sia da cotti che da crudi.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-11-2021


Codice sulle uova: cosa significano quei numerini e come leggerli

Come pulire l’alluminio in modo semplice e del tutto naturale