Pesce d’acqua dolce: come prendersene cura?

Come prendersi cura di un pesce d’acqua dolce e ricreare (in casa) un ambiente sano e protetto per ogni specie.

Se amate i pesci e desiderate prendervene cura in casa potete realizzare uno splendido acquario oppure limitarvi alla classica vaschetta con tre o quattro pesciolini. Il pesce d’acqua dolce è molto diffuso negli ambienti domestici e tra le specie più conosciute ci sono i classici pesciolini rossi o il platy. Vediamo come creare un semplice acquario per pesci di acqua dolce.

pesce d'acqua dolce
Fonte foto: https://pixabay.com/it/veiltail-pesce-pesce-rosso-nuotare-11455/

Pesce d’acqua dolce: acquario fai da te

Quando scegliete i pesci d’acqua dolce per l’acquario dovete tenere conto non solo dei vostri gusti personali, ma anche delle forme e della tipologia caratteriale delle specie. Ricordate che si tratta un micro-ambiente soggetto a degli equilibri molto delicati e anche solo l’ingresso di un pesce può causare il fallimento dell’acquario o addirittura la morte di molti pesci.

Attenzione, dunque, anche alle dimensioni dei pesci e non create un sovraffollamento nella vasca. Tenete in considerazione la grandezza che potrà raggiungere ciascuna specie, onde evitare che non abbiano lo spazio necessario per nuotare.

Quali specie scegliere?

Se avete una semplice boccia o una vaschetta senza filtro o riscaldatore l’unica scelta sarà quella dei pesci rossi. Questi sono estremamente resistenti e richiedono poca cura. Tuttavia, un’ambiente così piccolo non permetterà al pesce di svilupparsi né di sopravvivere a lungo. L’ideale è un acquario molto ampio di oltre 50 litri.

Per permettergli di vivere al meglio l’ideale è creare un acquario con almeno tre esemplari. Se tenuti bene possono durare anche fino a 20 o 30 anni.

Anche il platy è adatto ai principianti.  Non ha grandi esigenze e si adatta a vari tipi di acqua. L’ideale è un ph neutro, intorno ai 7, ma sarà sufficiente utilizzare della comune acqua di rubinetto. Per garantirgli un clima ideale aggiungete un condizionatore d’acqua, ovvero una sostanza che elimina  eventuali metalli pesanti o sostanze dannose come il cloro. Questi non superano i 5 cm, quindi possono stare anche in ambienti piccoli.

In ogni caso, prima di acquistare una specie di pesce consultatevi con il veterinario che vi indicherà il modo migliore per prendervene cura.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/veiltail-pesce-pesce-rosso-nuotare-11455/

ultimo aggiornamento: 09-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X