Pensare al cambio di stagione del vostro armadio vi fa sudare freddo? Niente panico! Vediamo come organizzarsi

Il cambio di stagione degli armadi è un procedimento che fa sudare freddo solo a pensarlo; per coloro che infatti non dispongono di un armadio a 6 ante tutto per sé, ogni stagione è necessario mettere via gli abiti più pesanti o leggeri e sostituirli con quelli adatti alla stagione in corso.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Vediamo quindi come organizzare il cambio di stagione senza perdere le staffe!

Innanzitutto, cominciate svuotando l’armadio di tutto quello che c’è dentro: in questo modo farete pulizia e potrete scegliere quali capi conservare fino all’anno seguente e quali buttare.

Una volta fatta la vostra cernita, prendete gli abiti che dovete mettere via e piegateli in maniera ordinata. Se avete a disposizione dei sacchi di plastica, mettete gli abiti dentro in maniera cosciente (pantaloni con pantaloni, maglie con maglie…) e riponeteli in cantina, nel ripostiglio, nelle scatole o ovunque siete solite mettere gli abiti stagionali.

Tolti di mezzo gli abiti della stagione conclusa, scegliete tra quelli della stagione in corso provandovi tutto per capire cosa volete tenere e cosa no.

Finita la classificazione, riempite l’armadio dei “nuovi” abiti e, anche qui, usate la testa: i cappotti è meglio appenderli tutti insieme, i pantaloni metterli nello stesso cassetto, i maglioni nello stesso armadio, le magliette negli stessi cassetti (magari divise tra maniche corte, lunghe, dolcevita…).

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 12-10-2015


Quanto tempo durano le ciglia semipermanenti

Come calzano le scarpe Stuart Weitzman