Come leggere i tarocchi? Scopriamo insieme come interpretare le carte e comprendere gli Arcani Maggiori e gli Arcani Minori.

Leggere i tarocchi non significa prevedere il futuro, ma cercare di capire cosa dicono le carte in merito alla nostra esperienza terrena. È un modo per mettere in comunicazione il conscio con l’inconscio, per comprendere appieno la nostra vera potenzialità o quella altrui. Scopriamo insieme come si leggono i tarocchi.

Come si leggono i tarocchi: gli Arcani Maggiori

Il mazzo dei tarocchi è composto da 78 carte: le prime 22 sono gli Arcani Maggiori, mentre le restanti 56 sono gli Arcani Minori. Imparare a leggere le carte non è semplice, ma la pratica aiuta a migliorare le proprie capacità. Il primo ‘mazzo’ è quello che solitamente viene utilizzato da coloro che sono alle primissime armi ed è anche quello con le ‘figure’ più conosciute. Gli Arcani Maggiori sono:

  1. IL MAGO (o IL BAGATTO)
  2. LA PAPESSA
  3. L’IMPERATRICE
  4. L’IMPERATORE
  5. IL PAPA
  6. L’INNAMORATO (o GLI AMANTI)
  7. IL CARRO
  8. LA GIUSTIZIA
  9. L’EREMITA
  10. LA RUOTA
  11. LA FORZA
  12. L’IMPICCATO (o L’APPESO)
  13. LA MORTE
  14. LA TEMPERANZA
  15. IL DIAVOLO
  16. LA TORRE
  17. LE STELLE
  18. LA LUNA
  19. IL SOLE
  20. IL GIUDIZIO
  21. IL MONDO
  22. IL MATTO

Ognuna di queste carte, così come le altre, ha un numero e, ovviamente, un significato ben preciso. Gli Arcani Maggiori rappresentano i temi principali dell’esistenza, dall’amore al coraggio, passando per il fallimento e la rinascita. Per consultare i tarocchi, dovete ricordarvi che questo mazzo descrive le cause e avvisa su rischi e pericoli. Inoltre, possono essere letti sia dritti che a rovescio, ma assumono significati completamente diversi.

Gli Arcani Minori

Gli Arcani Minori, invece, somigliano ai mazzi di carte tradizionali e spiegano gli effetti di determinate azioni. Sono divisi in quattro semi: spade, bastoni, coppe e denari. Ogni seme ha dieci carte più quattro figure: fante, cavaliere, regina e re.

Per imparare a leggere i tarocchi badate bene: sopra ogni carta ci sono delle illustrazioni, che spesso vedono interagire persone/oggetti con il seme della carta. In base al modello che acquisterete, potrete trovare scene di animali, di un periodo storico e via dicendo. Quanti sono alle prime armi, dovrebbero sempre scegliere carte ‘tradizionali’ e lasciare i mazzi più ‘artistici’ a quando avranno fatto un po’ di pratica.

lettura tarocchi
Lettura tarocchi

Come usare i tarocchi?

Come interpretare i tarocchi? Solitamente vengono venduti con una guida che spiega ogni carta, ma è bene sottolineare che, almeno all’inizio, è impossibile ricordare a memoria ogni significato. Il consiglio è quello di affidarsi all’istinto, a quello che si avverte davanti ad una determinata ‘figura’. Nella lettura delle carte, infatti, bisogna affidarsi molto alla propria sensazione e cercare di stabilire un ‘contatto’ con il proprio animo.

Per quanto riguarda gli Arcani Minori, invece, dobbiamo memorizzare il significato dei quattro semi: le spade rappresentano l’intelletto, i bastoni la passione, le coppe l’emozione e i denari il mondo materiale.

Il punto più difficile riguarda proprio il come fare i tarocchi. Innanzitutto, il mazzo deve necessariamente essere purificato. Il metodo basic prevede l’immersione delle carte nel sale grosso, al buio e per un giorno intero. Dopo di che, vanno esposte alla luce della Luna Piena, facendo attenzione ad appoggiarle su un panno di seta (che è bene lavarla con metodi specifici), che poi va riutilizzato per riporle. I tarocchi vanno mischiati sparpagliandoli sul tavolo in modo caotico, poi vanno ricomposti e mescolati per 7 volte. Soltanto dopo questi passaggi, il mazzo va tagliato e analizzato.


Come scrivere in grassetto su WhatsApp: ecco il metodo semplice per riuscirci!

Cosa significa snooping?