Come funziona l’Erasmus Plus? Opportunità per studenti e neolaureati

Vivere un importantissimo periodo di formazione internazionale

chiudi

Caricamento Player...

Come funziona l’Erasmus Plus? Fondamentale l’approvazione di un piano di studi o di tirocinio per usufruire dei sovvenzionamenti.

A chi è destinato l’Erasmus Plus?

Il programma di internazionalizzazione delle esperienze di formazione dei giovani europei dal 2014 è stato aggiornato: il progetto Erasmus Plus è andato a sostituire il vecchio progetto Leonardo.

Studenti universitari , personale (docente e non docente) degli istituti, atleti e neolaureati che abbiano intenzione di seguire un tirocinio all’estero sono i referenti principali di questo progetto UE.

Come funziona l’Erasmus Plus?

Le modalità di accesso al progetto sono simili sia per coloro che intendono concludere il proprio percorso accademico all’estero (chiave KA1) sia per chi intende seguire un tirocinio (chiave KA2).

Prerequisito fondamentale per partecipare all’Erasmus Plus è la conoscenza dell’inglese o della lingua del paese ospitante. Gli istituti che partecipano al programma attivano corsi di lingua specifici per gli studenti in procinto di partire, e la Commissione Europea ha organizzato dei corsi di lingua on line per chi non potesse seguire le lezioni in aula.

Studenti o aspiranti tirocinanti devono presentare il piano di studi o di tirocinio che intendono svolgere presso l’Università ospitante e tale piano deve essere approvato dall’Istituto di partenza e da quello di arrivo. 

Uno studente o un neolaureato che sia in possesso di una borsa di studio riceverà un contributo mensile da parte dell’Unione Europea diverso (di ammontare minore) rispetto a quello che l’UE assicura agli studenti non in possesso di borse di studio.

Al fine di calcolare la somma mensile a cui ha diritto ogni partecipante al progetto E+ i Paesi di destinazione sono stati divisi in 3 fasce in base al costo della vita. 

  1. Paesi con un alto costo della vita: Austria, Regno Unito, Svezia, Francia, Italia e altri.
  2. Paesi con un costo della vita nella media: Belgio, Germania, Spagna, Portogallo e altri.
  3. Paesi con un basso costo della vita: Bulgaria, Lituania, Romani, Estonia, Lettonia e altri.

Coloro che scelgono di risiedere in un paese del gruppo 1 riceveranno un contributo spese mensile di 280 Euro. Per gli studenti destinati al gruppo 2 e 3 sono previsti 250 Euro. Tali somme subiscono però variazioni di anno in anno.

Il tempo di permanenza in Erasmus Plus va dai 3 ai 12 mesi per gli studenti universitari (che accedono al programma dal secondo anno in poi). Si può fare domanda per ogni ciclo di studi, cioè si può partire in Erasmus Plus sia durante la laurea triennale sia durante la magistrale senza superare i 12 mesi per ogni ciclo di studi. Diverso il sistema per le lauree a ciclo unico come quella in medicina: si può studiare all’estero per un massimo di 24 mesi.

Ai neolaureati vengono assicurati mensilmente circa 200 Euro in più rispetto agli studenti.