Come funziona la spazzola viso

L’innovazione nel mondo della bellezza fai-da-te

chiudi

Caricamento Player...

La pulizia del viso può rivelarsi un procedimento costoso se si decide di affidarsi a un estetista, e con una certa regolarità. Ma a un prezzo vantaggioso, si può optare invece per l’acquisto di una spazzola viso elettrica. Ne esistono di varie marche, e con caratteristiche leggermente differenti. Ma tutte hanno una cosa in comune: detergono la pelle in profondità. Tutto ciò che serve è una presa elettrica e un latte detergente, da applicare sul viso o sulle setole del dispositivo. Vediamo come funziona la spazzola viso nello specifico.

Opzioni di velocità e spegnimento

Tanto per cominciare, per valutare quale modello acquistare, bisogna capire le opzioni disponibili. Ci sono spazzole viso a spegnimento manuale e altre a spegnimento automatico, con un timer impostato a 60 secondi. Questo infatti è il tempo necessario per il trattamento: 40 secondi per la zona T e 20 per le guance (10 una e 10 l’altra, ovviamente). Inoltre, alcune spazzole prevedono diverse velocità secondo il tipo di pulizia necessaria ma soprattutto il livello di irritabilità della pelle. Per chi acquista una spazzola a velocità regolabile, si consiglia comunque di partire dalla più bassa per testare la reazione dell’epidermide.

Come funziona la spazzola viso: i tipi di testine

Un altro aspetto da considerare è quello delle testine. La principale ovviamente è quella composta da semplici setole di spazzola, per pelli normali o miste che non necessitano accorgimenti particolari. Per pelli sensibili invece le setole, che si muovono a cerchio, saranno più morbide. Quelle per la pulizia profonda insistono maggiormente per aprire i pori, e quindi vanno usate solo occasionalmente. Settimanalmente si consiglia l’uso della spazzola esfoliante, che rimuove le cellule morte e rigenera la pelle. Infine, certe spazzole sono più versatili di altre e includono anche testine epilatrici, massaggianti e per occhi gonfi.