La treccia a cascata dà un tocco di regalità. Ne esistono diversi tipi, dalle più semplici alle più complesse ed originali.

Un’acconciatura da realizzare in modo semplice, ma dall’effetto “regale”: si tratta della treccia a cascata, ispirata allo stile romantico, bohémienne e ideale per chi ha i capelli lisci. Quello che serve è un po’ di pratica e manualità, ma non bisogna spaventarsi se non viene al primo tentativo. Ecco alcuni metodi e consigli su come fare la treccia a cascata!

Come realizzare la treccia a cascata: metodi e consigli

Per iniziare la realizzazione della treccia a cascata di base occorre pettinare bene i capelli usando un pettine a denti larghi e creare una riga centrale o laterale che divida i capelli. Il punto di partenza è la fronte, con una piccola ciocca. Le ciocche scenderanno a gruppi di tre sulla nuca.

capelli rosa treccia
capelli rosa treccia

A questo punto occorre realizzare una piccola treccia orizzontalmente, seguendo la testa. In ogni treccia deve essere inserita una ciocca nuova sino ad arrivare dietro la nuca. La stessa procedura va eseguita dall’altro lato della testa, lasciando cadere ciocche ogni tre e seguendo sempre il senso orizzontale.

Quando le due trecce saranno ultimate, sarà necessario fermarle con un elastico e unirle. Questo procedimento consente di creare la treccia a cascata di base, ossia dove sono le lunghezze si mantengono sciolte.

Treccia a cascata laterale: come farla

Esistono naturalmente altri tipi di treccia a cascata, come quella laterale, che va molto di moda, oppure con acconciature raccolte o chignon. Insomma, ci si può sbizzarrire, ma ecco come fare la treccia laterale con un metodo ben specifico!

Acconciatura treccia laterale
Acconciatura treccia laterale

Per la treccia laterale si procede sempre prendendo una ciocca dal lato della testa e la si divide in tre sezioni. Come già spiegato in precedenza, bisogna intrecciare le tre parti della ciocca, e poi si procede dopo due giri in modo che la treccia parta da un lato della testa per arrivare a quello opposto. In questo senso non si unisce al centro.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 22-06-2022


Sindrome di Stendhal: sintomi, cause e rimedi

Acufene: cos’è, come si manifesta e come viene trattato