Come realizzare delle belle e precise etichette per le nostre conserve fatte in casa? Ecco i consigli su come fare per non sbagliare.

E’ molto importante realizzare delle etichette precise per orientarsi circa i prodotti che abbiamo fatto in casa: gelatine, pesche sciroppate, frutta candita, pomodoro, castagne e arance sono davvero gustosi,  ma serve un metodo di lettura dei vasetti che non ci tragga in inganno ed allo stesso tempo che sia chiaro e conciso, ma mai troppo stringato.

Dettagli irrinunciabili per riconoscere cosa c’è nel vasetto e per risalire alla data di confezionamento, le etichette non possono certo passare in secondo piano. chiariamo anche che tutte le confetture fatte in casa hanno bisogno di cottura e bollitura del barattolo per essere poi consumate in tutta sicurezza.

Ecco perché l’etichetta ci aiuta in questo senso: incollate sul vetro del barattolo, ci indicano tutte le caratteristiche del suo contenuto. Come fare? Semplicemente procurandosi delle etichette adesive.

Nulla di complicato, l’unica cosa è stare bene attenti ad utilizzare un pennarellino indelebile per scriverci sopra, dal momento che il tempo o l’umidità potrebbero far  scolorire l’inchiostro normale. Se abbiamo a disposizione un layout professionale fatto al pc, possiamo riempire le etichette direttamente al computer, incollando poi il foglio adesivo sul vasetto.


Come conservare il ghee

Quanto costa il solvente per smalto semipermanente