Come essiccare i funghi è una domanda comune quando non si sa come conservare quelli raccolti o ricevuti. Scopri i metodi migliori.

Quando si raccolgono o ricevono dei funghi in regalo, una delle domande principali che ci si pone riguarda il come essiccare i funghi. Privandoli dell’acqua, infatti, è possibile conservarli più a lungo e poterne usufruire anche a distanza di tempo. Per questo motivo se si ha un po’ di pratica con la cucina o con il fai da te, imparare ad essiccare i funghi può essere sia utile che divertente.

Essiccare i funghi al sole: ecco come fare

Se ti stai chiedendo come seccare i funghi, ti farà piacere sapere che non si tratta di una pratica particolarmente difficile. Ciò che conta è scegliere il modo che si sente più nelle proprie corde e procedere con pazienza.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

funghi
funghi

Iniziamo dal metodo più tradizionale tra tutti che è quello che si avvale della luce del sole.
Se si dispone di uno spazio all’aperto sicuro, soleggiato e ventilato si possono infatti disporre i funghi (meglio se tagliati a fette) su dei canovacci sottili e puliti.

L’ideale sarebbe riuscire a far passare l’aria anche da sotto, motivo per cui un’ottima soluzione potrebbe essere quella di disporre i canovacci tesi su uno stendino. I funghi dovranno essere sistemati ben distanti tra loro e coperti da un altro canovaccio al fine di proteggerli da insetti e polvere. Il periodo di essiccazione in genere va dai 2 ai 5 giorni, arco di tempo in cui i funghi dovranno essere girati spesso. Un metodo che va bene anche se ti stai chiedendo come essiccare i porcini.

Come seccare i funghi porcini e non in forno

Se non si dispone di uno spazio all’aperto, un buon modo per far seccare i funghi è quello di usare il forno. Dopo averli tagliati si possono disporre ad una buona distanza tra loro, possibilmente adagiati su della carta forno. Per essiccarli bisogna usare l’aria del forno accendendolo ad una temperatura tra i 35 e i 45 gradi e lasciando la porta leggermente aperta.

Per essiccare i funghi, infatti, serve un circolo d’aria. Anche in questo caso i funghi andranno girati spesso. Quanto all’essiccazione, questa dovrà procedere fin quando non appariranno del tuto disidratati.

Ovviamente esistono anche macchinari specifici come l’essiccatore. Se si tratta di un’operazione che non si fa di frequente e si preferisce il fai da te, queste due tecniche sono entrambe valide per ottenere degli ottimi funghi essiccati.


Come sciogliere il sapone in modo naturale

Piperina per dimagrire: come agisce e che proprietà ha