Come eliminare cattivi odori vaginali

Cattivi odori, che imbarazzo! Oltre a questo, possono anche indicare eventuali problematiche dell’organismo. Scopriamo insieme come eliminarli.

chiudi

Caricamento Player...

Ogni donna ha necessità di un’igiene intima quotidiana, prima di tutto. I cattivi odori intimi causano situazioni imbarazzanti e, a lungo andare, anche disagi piuttosto pesanti.

Non usiamo lavande vaginali troppo aggressive, prima di tutto, dal momento che la situazione può anche peggiorare. Se avete un’abitudine all’igiene corretta, non colpevolizzatevi: l’odore non è certo colpa vostra, ma è possibile essere soggette a infezioni. Ad esempio, se c’è stato un rapporto sessuale, allora è possibile che siate affette da un’infezione.

Se l’odore è causato da una infezione funginea, è il PH interno che va variato, così il parassita viene ucciso. Con l’alimentazione ci si aiuta: via agli zuccheri, latte, o lieviti (ricordiamo che spesso la candidasi resiste grazie alla presenza di zuccheri!).

Indossate sempre biancheria di cotone (e non viscosa o in fibra sintetica), evitato l’utilizzo del sapone perché potrebbe alterare il ph della pelle, causando così dermatiti e ricordate che anche i deodoranti spesso tendono a modificare l’equilibrio batterico interno. Attenzione anche allo smegma: durante la pulizia prestate attenzione alla zona del clitoride, perché lo smegma si accumula qui.