Come e quando somministrare Buscopanvet

Tutto quello che c’è da sapere sul Buscopanvet, imprescindibile alleato per il benessere gastro-intestinale degli equidi

chiudi

Caricamento Player...

Gli spasmi e le coliche a carico dell’apparato digerente, delle vie biliari e degli organi urogenitali possono rappresentare un fattore invalidante per i nostri equidi. Fortunatamente c’è una soluzione a questo tipo di dolori, che ci viene fornita ancora una volta dal mondo farmaceutico: parliamo del Buscopanvet della Boheringer Ingelheim, che nel tempo è diventato un vero e proprio alleato di benessere. Il Buscopanvet ha dato negli anni, infatti, ottimi risultati nell’ambito veterinario nel trattamento specifico di tutte le sindromi spasmo-dolorifiche.

Questo spasmolitico ed analgesico a lunga durata d’azione, riesce a garantire un’azione che perdura dalle quattro alle sei ore, rendendo così sufficiente una sola iniezione. In particolare, nel caso della somministrazione endovenosa, i dolori sembrano venir meno già verso la fine della della stessa iniezione. Nel caso, invece, della somministrazione inframuscolare si ha un rilascio un po’ più graduale che agisce dopo circa venti minuti. Successivamente sarà già possibile notare un miglioramento delle feci e anche un ripristino del normale processo di eruttazione dell’animale. Mentre l’urina potrebbe risultare colorata di rosso, non preoccupatevi perché questa colorazione potrebbe solo essere causata da un matobolita dei piranzolonici. Non serve allarmarsi, questo risulta innocuo. E’ bene considerare, invece, nel caso di infezioni dovute a parassiti e batteri la possibilità di aggiungere oltre la somministrazione del farmaco quella di specifici antielmintici e antibiotici per poter trattare con efficacia il problema.
Per quanto riguarda, invece, le controindicazioni del farmaco, Il Buscopanvet potrebbe causare ipersensibilità verso i pirazolonici. Inoltre, è bene sapere che la conservazione del prodotto è piuttosto lunga, infatti questo – se confezionato in modo integro e corretto – risulta stabile per quattro anni; mentre la qualità del prodotto è assicurata fino ai sei mesi che precedono l’apertura del flacone. L’acquisto invece è possibile solo attraverso la ricetta del proprio medico veterinario e destinato a cavalli sportivi e non a cavalli allevati a scopo alimentare.