Come diventare decoratrice d’interno

Arte, fantasia e competenze in ambito di decorazione d’interni. Ecco cosa è necessario fare per diventare decoratore o decoratrice d’interno.

chiudi

Caricamento Player...

Arte e fantasia diventano mestiere per il decoratore o la decoratrice d’interno, ma non ne costituiscono l’intera sostanza.

Il decoratore o la decoratrice d’interno, infatti, sono professionisti con svariate capacità e competenze da mettere in atto nel corso del loro lavoro: dalla preparazione dei muri alla loro tinteggiatura e loro rivestimento, da interventi su facciate di palazzi alla ristrutturazione di ambienti, pressoché interni.

Per diventare decoratore o decoratrice d’interno è necessario seguire un percorso di studi o rivolgersi ad una bottega dove è possibile apprendere il mestiere svolgendo un apprendistato. Tuttavia la strada degli studi è quella maggiormente seguita oggi.

A scuola l’aspirante decoratrice d’interno acquisirà nozioni di storia dell’arte, restauro e tutto ciò che riguarda l’intervento sul campo.

Una volta ultimati gli studi un book fotografico con i propri progetti sarà il biglietto da visita perfetto per farsi conoscere e iniziare la fase operativa del diventare decoratrice d’interno.

Per diventare decoratrice d’interno, inoltre, è bene essere disponibili agli spostamenti (anche all’estero) in quanto numerosi committenti di questo tipo di intervento si trovano oggi in Francia, Belgio e Inghilterra.

Una buona decoratrice d’interno può guadagnare molto bene, anche fino a 8 milioni di euro al metro quadrato, ma naturalmente tutto dipende da bravura, materiali, complessità del lavoro e committenza.

Se si intende svolgere la professione di decoratrice d’interno come “libero professionista” occorre iscriversi all’Albo delle Imprese Artigiane, ottenere l’autorizzazione ASL per l’area da adibire a studio e richiedere all’Agenzia delle Entrate la partita IVA.