Come curare acero giapponese in giardino

L’acero giapponese, posizionato in giardino, è una vera sciccheria! L’estetica del vostro spazio verde è garantita, se riuscirete a farlo sopravvivere seguendo questi nostri pochi e semplici consigli.

Pianta abbastanza costosa, l’acero giapponese, infatti, ha un aspetto molto decorativo e ornamentale e può essere inserito anche in un giardino di piccole dimensioni, in quanto pur potendo svilupparsi fino a un massimo di dieci metri, ha una crescita lenta e non richiede molto spazio. Di solito non necessita di potatura, perché ha naturalmente una forma abbastanza gradevole.

L’acero giapponese può crescere sia in piena terra che in un vaso, preferibilmente di medie-grandi dimensioni. Il terreno deve essere ricco di humus e sabbioso- limoso per garantire un buon drenaggio, soprattutto in vaso. Si consiglia di concimarlo durante l’inizio della primavera e della stagione autunnale.

Nel collocare la nostra pianta di acero giapponese possiamo scegliere di posizionarlo vicino ad altre piante, mantenendo una certa distanza tra l’una e l’atra, o metterlo sotto altri alberi di grosse dimensioniSe decidiamo di tenerlo solitario, possiamo valorizzare la bellezza dell’acero giapponese contornandolo con fiori, che vivono bene sotto la sua ombra.
L’acero giapponese va sistemato preferibilmente a mezz’ombra per impedire che, soprattutto d’estate, prenda molte ore di sole diretto,

In inverno non crea problemi: è una pianta che resiste bene a basse temperature, fino anche ai -15 gradi.

L’inverno è il periodo più bello per l’acero giapponese. Con il freddo le foglie cambiano colore, diventando variopinte e bellissime da vedere.

ultimo aggiornamento: 24-11-2015

Donna Glamour Guide

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X