Come crescere un bambino bilingue

E’ importante sapere come crescere un bambino bilingue, perché vive in un contesto molto particolare.

chiudi

Caricamento Player...

E’ cosa ormai nota che i bambini bilingue, quelli cioè nati da genitori di nazionalità diverse che decidono però di insegnare loro a parlare entrambi gli idiomi, parlano un pochino più tardi rispetto agli altri: questo accade perché il loro cervello deve comprendere, elaborare e separare le due lingue che ascolta in casa.

E’ fondamentale per i genitori del piccolo sapere come crescere un bambino bilingue, perché ne va del suo equilibrio intellettivo. Il suo sviluppo del linguaggio infatti va seguito accuratamente in ogni sua fase per evitare che poi il bambino abbia seri problemi di relazione col mondo esterno.

Anche se la sua prima lingua sarà quella dello stato in cui la famiglia vive, è sbagliato farla assimilare per prima al piccolo per poi integrare il secondo idioma dopo un paio d’anni, si rischia solo di fargli fare una gran confusione. Nei primi anni di vita è bene aiutarlo a conoscere entrambe le lingue ma mantenendole ben separate tra di loro: il bambino farà un lavoro enorme per riuscire a comprenderle e a parlarle entrambe, ma così facendo sarà in grado di comprenderle e gestirle alla perfezione entro i tre anni di età.

In caso contrario, potrebbe andare incontro a problemi di ritardo nello sviluppo del linguaggio, balbuzie e a volte anche al totale rifiuto di parlare.

Per quanto riguarda la lingua secondaria, se ne dovrà stimolare la comprensione attraverso il dialogo, la lettura di fiabe e racconti e facendo visite regolari allo stato di provenienza del genitore di idioma differente per far sì che il piccolo ne abbia sempre la padronanza, e mettendolo al corrente dei grandissimi vantaggi che comporta essere un bambino bilingue.