Come coltivare la pastinaca nell’orto

Come coltivare la pastinaca nell’orto e ottenere dei tuberi sani e saporiti.

chiudi

Caricamento Player...

La pastinaca è un tubero conosciuto e apprezzato già dai nostri antenati per il sapore e la facile coltura. Con l’arrivo della patata dalle Americhe questa prese il sopravvento e la pastinaca continuò ad essere utilizzata nelle isole britanniche e nel Nord Europa. Gli inglesi, infatti, sono tuttora dei grandi consumatori di pastinache, la chiamano parsnip, e solitamente la cucinano arrosto. Se si vuole gustare questo delizioso ortaggio è possibile ricreare con un po’ di pazienza, una piccola piantagione nel proprio giardino. Ecco come coltivare la pastinaca nell’orto.

Come coltivare la pastinaca nell’orto in quattro semplici step: comprare i semi, la semina, la germinazione e il raccolto.

Il primo step per coltivare la pastinaca nell’orto consiste nel riuscire a procurarsi i semi. Questo procedimento può risultare piuttosto difficoltoso, in quanto le pastinache non sono di uso comune nelle cucine italiane e quindi il reperimento dei semi può portare via molto tempo. Tuttavia, è possibile acquistarli tramite internet, ad esempio da siti britannici e a prezzi vantaggiosi. In Italia il costo medio dei semi è di 6 euro al chilo. Il secondo step consiste nella semina tra febbraio e giugno. Predisporre i semi a 1 cm, 1,5 cm di profondità in file distanti 30/50 cm ponendo i semi a 15 cm l’uno dall’altro. Bisogna fare attenzione perché il seme ha vita breve e deve essere di recente produzione. La terza fase, ovvero la germinazione è abbastanza  difficile e si consiglia di mettere a bagno i semi una notte prima di piantarli nell’orto. La germinazione è , infatti, il momento più difficile nella coltivazione della pastinaca. La raccolta avviene in autunno o inverno estraendo completamente la pianta dal terreno dell’orto e bisogna poi farla asciugare a temperatura media e conservare in posti bui e asciutti.

 

Fonte immagine copertina: Twitter