Come coltivare la pastinaca nel vaso

Tutto ciò che bisogna sapere su come coltivare la pastinaca nel vaso, il tubero dalle rinomate proprietà benefiche.

chiudi

Caricamento Player...

La pastinaca è un ortaggio poco conosciuto in Italia ai giorni nostri, anche se in realtà era molto apprezzato fino a quando non arrivò la patata dalle Americhe. Si tratta di un tubero della famiglia della ombrellifere che si può facilmente coltivare in vasetti di plastica o terracotta, così da avere un piccolo raccolto nella stagione invernale. Per lo più si coltiva nel Nord Europa e nelle isole britanniche, anche perché le temperature ne favoriscono la germogliazione, ma è comunque possibile coltivarla in Italia. Ecco come coltivare la pastinaca nel vaso.

Ecco come coltivare la pastinaca nel vaso del proprio terrazzo o in giardino.

La pastinaca è un ortaggio invernale, e come tale si raccoglie durante la stagione fredda. Per poterlo coltivare all’interno di un vaso bisogna seguire delle semplici procedure. Prima di tutto bisogna procurarsi i semi. Non è sempre facile, dato lo scarso consumo di pastinache che si fa in Italia, ma si può facilmente reperire online tramite siti di coltivazione biologica. Dopo di che bisognerà preparare il terreno del nostro vaso. È fondamentale che la terra sia leggera e soffice e bisogna lavorarla bene affinché sia sciolta in modo da lasciare ingrossare la radice senza opporre resistenza. Scegliere quindi un vaso ampio per lasciare che la radice si sviluppi del tutto. Dopo di che il vaso dovrà essere posto all’esterno sul terrazzo o in giardino, poiché questa pianta non teme il gelo, anzi con il freddo il gusto della radice diventa più dolce. Tuttavia questa pianta ama l’esposizione al sole per cui è opportuna metterla in zone non ombreggiate. Verso l’autunno si potrà estrarre la pianta dal vaso o addirittura lasciarla nella terra dove si conserva perfettamente. Una volta raccolta, però bisognerà farla asciugare a temperatura ambiente e conservarla in un posto buio e asciutto.

Fonte immagine copertina: Twitter