African Style: cosa evitare

Tutti gli errori grossolani che potrebbero trasformare un outfit in stile africano in un grosso errore

chiudi

Caricamento Player...

African Style: cosa evitare nel caleidoscopio apparentemente infinito delle forme e dei colori che si ispirano alla moda africana?

Le stampe ingannatrici

Lo stile africano è connotato da stampe che non possono passare in alcun modo inosservate. Grandi motivi geometrici, floreali o naturalistici procedono all’infinito sulle stoffe con cui viene confezionato ogni genere di capo. Gli abiti, le bluse, le gonne e i pantaloni spesso ripetono lo stesso identico schema decorativo: è molto semplice quindi rischiare di mettere insieme un outfit eccessivo o di gusto discutibile.
Chi non ha un fisico esattamente longilineo dovrà inoltre prestare particolare attenzione proprio ai motivi decorativi: soprattutto per la moda africana vale la regola aurea secondo la quale stampe o trame che si sviluppano in orizzontale più che in verticale producono l’effetto di “allargare” la figura; allo stesso modo motivi molto ampi non sono adatti a chi non è molto alta, perché potrebbero rendere tozza la figura.

African style: cosa evitare per non eccedere

Gli accessori, come collane, bracciali e orecchini, saranno tutti estremamente colorati e probabilmente di grandi dimensioni. E’ importante non eccedere quindi negli accostamenti e alternare collane di grandi dimensioni a orecchini discreti e viceversa. Soprattutto chi ha un viso minuto farà bene a rinunciare ad orecchini troppo pesanti che avrebbero come risultato di far apparire l’ovale del viso ancora più piccolo e chi ha spalle sottili o strette non dovrebbe indossare collari rigidi o appariscenti che, per contrasto, le farebbero apparire gracili.
Negli abbinamenti di colore in pratica è impossibile sbagliare, poiché nello stile africano tutti gli abbinamenti sono concessi. Per un look più discreto e portabile sarà bene abbinare accessori o capi coloratissimi a una base neutra come il beige, il bianco, il marrone o il nero.

Fonte immagine di copertina: Pinterest