Come applicare il make up airbrush a base di silicone

Applicare il make up airbrush a base di silicone richiede la mano ferma ed esperta di un professionista.

chiudi

Caricamento Player...

Il make up airbrush è una delle nuove frontiere del trucco: negli Stati Uniti, dove è nato e si è sviluppato, già è utilizzato su larga scala dai make up artists nei set cinematografici o durante gli shooting fotografici perché assicura un risultato perfetto e una tenuta estrema. In Italia si sta facendo largo solo ora, anche se era conosciuto e utilizzato già diversi anni fa nelle sedute di body painting. Esistono due tipi di trucco aerografato: uno che utilizza prodotti a base acquosa, molto leggero e confortevole ma di media durata, e un altro che utilizza prodotti a base di silicone, dall’effetto decisamente più ‘strong’.

Quest’ultimo è particolarmente indicato in tutti i contesti in cui il maquillage deve avere una durata estrema, resistere anche  se entra in contatto con grandi quantità d’acqua e coprire totalmente le imperfezioni della pelle, di cui deve simulare una consistenza satinata. L’effetto non è ultra mat come invece accade con quello a base acquosa ma la sensazione di non averlo addosso è esattamente la stessa.

Come applicare il make up airbrush a base di silicone?

Lo strumento utilizzato per il trucco airbrush è l’aerografo: visto che i prodotti al silicone risultano essere meno leggeri rispetto a quelli a base acquosa, si dovrà utilizzare non solo più prodotto per coprire una determinata zona, ma usare un ugello di grandezza compresa tra 0.3 e 0.4, e esercitare una pressione maggiore (5 – 15 PSI) affinché vengano atomizzati come si deve. Il make up a base di silicone non asciuga al’istante, quindi permette al truccatore di intervenire coi polpastrelli per correggere eventuali imperfezioni che possono insorgere durante la vaporizzazione, ma è ovvio che per fare questo bisognerà aver acquisito una notevole esperienza nel campo per evitare che si notino le parti ritoccate manualmente.