Svezzamento: i consigli della nonna

Come affrontate lo svezzamento: tutti i passaggi da seguire per passare dal latte materno alle pappette.

Il passaggio dal latte materno alla prima pappa può causare ansia o preoccupazione, soprattutto per le neo mamme. Durante lo svezzamento ci sono dei piccoli passaggi che vanno rispettati e seguiti in base al mese di crescita.

Ogni bambino viene svezzato in maniera diversa e con vari tipi di latte. Bisogna anche tenere in considerazione che non tutti i bambini reagiscono bene al latte artificiale o al latte vaccino. Ecco alcuni consigli su come affrontare al meglio lo svezzamento del neonato.

svezzamento neonato
https://pixabay.com/it/bambino-amore-neonato-bighead-428377/

Come iniziare lo svezzamento

Di solito lo svezzamento inizia a tre mesi. Bisogna introdurre il latte artificiale un po’ alla volta, alternandolo a quello della madre. Considerate che il neonato non si può saziare solo con il latte della mamma e ha bisogno di un ulteriore nutrimento.

Il latte materno, dunque è consigliabile darlo a colazione e a cena, possibilmente fino al settimo mese.

La pappa va introdotta a pranzo in un momento di tranquillità. Fate sedere il bambino su un seggiolone e dategli da mangiare con un cucchiaino piccolo e morbido. Non preoccupatevi se all’inizio il bambino piangerà o rifiuterà il cibo. Si tratta di un periodo di passaggio e ha bisogno di prendere confidenza con il cibo nuovo e con il cucchiaino.

Passaggio dal latte materno ai liofilizzati e agli omogenizzati

I liofilizzati possono essere introdotti già dal terzo mese di età. Hanno un odore molto forte e forse questo potrà causare una reazione negativa da parte del neonato, ma si abituerà presto. Si tratta di polverine con estratti di proteine animali, come ad esempio coniglio, vitello o coniglio, che si possono diluire nell’acqua. Verso il quarto mese potete, dunque, provare a preparare una minestrina con un cucchiaino di pastina per bambini e aggiungere della polvere di liofilizzato.

Per quanto riguarda gli omogeneizzati, invece, è meglio aspettare il quarto mese. Si tratta di pappine semi solide da dare una volta al giorno. In alternativa potete preparare della frutta frullata, pera, banana o mela. Si consiglia di farli in casa, così da essere più genuini.

Lo svezzamento a 5 mesi, invece, prevede che i bambini possano introdurre un pasto al giorno con pastine accompagnate da passati di verdure e ortaggi o liofilizzati. Dal sesto mese aggiungete anche la seconda pappa a cena.

Fonte: https://pixabay.com/it/bambino-amore-neonato-bighead-428377/

ultimo aggiornamento: 05-06-2018

Elisa Mahagna

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X