Come abbinare Yves Saint Laurent

La costante nelle innumerevoli evoluzioni nello stile della casa francese

chiudi

Caricamento Player...

Come abbinare Yves Saint Laurent? Andando a sbirciare con metodo e dedizione tra le passate collezioni della maison salta immediatamente agli occhi la cura e l’arte con cui i fashion artist che lavorano per il brand accostano materiali, motivi e lunghezze estremamente differenti, rendendo questa caratteristica una delle più significative del marchio.

Lunghezze, tessuti, stili

Per due anni le collezioni Yves Sain Laurent si sono ispirati al rock e al glam degli anni ’70. L’anno scorso abbiamo visto sfilare sulle passerelle della collezione primavera – estate modelle che indossavano con una nonchalance aggressiva gonne di pitone giallo e giacche rosso vivo dal taglio militare, mini abiti floreali e sandali dalle zeppe vertiginose luccicanti di strass. Capelli a tesa larga di feltro venivano portati con abiti da sera impalpabili e asimmetrici e chiodi di pelle borchiata. Cappottini di piume di struzzo scarlatto, grandi fiori luccicanti portati al bavero come spille, abitini di lamé in oro leopardato, sono le stravaganze che hanno reso unico lo stile di Sain Laurent.

Come abbinare Yves Saint Laurent: accostamenti arditi

Una costante da tener presente quindi quando si sceglie come abbinare accessori o capi della YSL, è di tentare accostamenti arditi, nel pieno rispetto dello stile della maison. Nel guardaroba delle persone comuni è certamente più facile trovare borse, scarpe o accessori firmati Yves Saint Laurent e meno comune imbattersi in abiti, completi o cappotti che arrivano a costare diverse migliaia di euro.
Nell’abbinare gli accessori quindi si dovrà giocare sul contrasto dei colori e non temere di accostare una borsa in vernice rossa a un cappottino azzurro o scarpe eccentriche a una mise molto composta. L’obiettivo di chi veste Yves Saint Laurent è comunicare un’immagine di sé sicura, scanzonata, in grado di giocare con lo stile, con i dettami della moda e con coloro che la osservano.

Fonte immagine di copertina: Pinterest