Per la cisti tendinea, i rimedi della nonna sono diversi e tutti in gradi di aiutare a lenire o risolvere il problema. Scopriamo quali sono i più efficaci tra tutti.

Quando si soffre di cisti tendinea, i rimedi della nonna possono rappresentare un valido aiuto per tornare a stare subito meglio. A seconda della zona in cui si presenta questa sorta di bolla ripiena di liquido, si possono infatti mettere in atto alcuni rimedi naturali che alla lunga sono in grado di ridurre il problema. Detto ciò, il primo passo da compiere è ovviamente sempre quello di rivolgersi al proprio medico curante. Prima di tutto per ottenere una diagnosi e per capire se si può effettivamente agire da soli o se, invece, occorrono cure più specifiche e immediate come l’aspirazione o l’intervento chirurgico.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Cisti tendinea: rimedi omeopatici e naturali

In genere, questo tipo di cisti può presentarsi in varie zone del corpo. Per la cisti tendinea al polso, i rimedi naturali sono solitamente a base di impacchi caldi con tè nero o zenzero. Entrambi sono infatti antinfiammatori ed in grado di sgonfiare la parte. Nel caso dello zenzero, all’applicazione locale si può aggiungere anche l’assunzione di alcune tisane in grado di disinfiammare l’intero organismo. Affinché ciò avvenga è ovviamente importante berle senza zucchero.

cisti tendinea
cisti tendinea

In caso di cisti tendinea al piede i rimedi sono praticamente gli stessi. Qualora fare impacchi risultasse difficile si può applicare del gel di Aloe vera nella zona che presenta il problema.

Invece, per la cisti tendina al gomito i rimedi possono essere anche a base di curcuma o di arnica da applicare sempre sotto forma di crema o di gel da acquistare in erboristeria. E se si soffre di cisti tendinea al dito anulare? I rimedi naturali efficaci sono sempre gli stessi. Basta quindi scegliere quello che si ritiene più adatto o semplice da realizzare.

Cisti tendinea nei bambini: rimedi per farla passare presto

Posto che la prima cosa da fare è sempre quella di rivolgersi al pediatra, quando il problema si presenta nei più piccoli, i rimedi da cui prendere spunto sono sempre gli stessi.

Andrà ovviamente anche immobilizzata la zona, magari con un tutore in grado di non far degenerare il problema. In ogni caso, è sempre bene effettuare tutti i controlli del caso e avvalersi del parere del medico curante che saprà come agire nel modo meno invasivo possibile.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 21-11-2021

Cosa fare per la bocca secca di notte? Ecco i rimedi naturali!

Come fare un bonsai in modo semplice e pratico