Cinque cose da fare a Berlino

Alla scoperta di una delle capitali d’Europa

chiudi

Caricamento Player...

Cinque cose da fare a Berlino per rendere memorabile un soggiorno in una delle maggiori capitali europee. Dalle profonde ferite che ha lasciato la storia contemporanea al desiderio di continuo rinnovamento che anima Berlino, cinque modi per carpire l’anima della Germania.

Visitare i musei dell’isola, patrimonio dell’Unesco

Il cuore museale di Berlino è allocato tutto nell’isola della Sprea al centro della città, abbracciata da due anse di fiume. L’isola dei Musei accoglie reperti preistorici, egiziani, romani e bizantini, collezioni d’arte del diciannovesimo secolo e infine, nel celeberrimo Museo di Pergamo, dei monumentali edifici antichi ricostruiti a partire da frammenti originali condotti in Germania da siti di scavo disseminati lungo le coste del Mediterraneo. Qui si potrà ammirare l’altare di Pergamo e la porta del mercato di Mileto. Per la grandissima rilevanza culturale di cui è testimone e per la stupefacente bellezza dei reperti che custodisce, l’Isola dei Musei dal 1999 è stata dichiarata patrimonio dell’Umanità protetto dall’Unesco.
Chi passa da Berlino non può non ammirare la Porta di Brandeburgo, simbolo della città e dell’intera Germania, cardine della divisione tra la Germania occidentale e orientale, testimone del famoso discorso con cui il presidente Regan invitò il presidente Gorbacev a favorire la distensione tra il blocco sovietico e quello occidentale agli sgoccioli degli anni ottanta.

Cinque cose da fare a Berlino: riscrivere il rapporto con la storia e gli stranieri

Nel famoso quartiere di Kreuzberg, dove hanno per decenni abitato studenti, artisti e immigrati, si svolge ogni martedì e ogni venerdì il mercato turco. Passeggiare tra i banchi di verdura e di cibi turchi vi farà sentire a un passo dal Medio Oriente e probabilmente vi porterà ad apprezzare enormemente la pacifica convivenza con gli stranieri che i tedeschi di oggi sono in grado di portare avanti, diversamente da quelli di settant’anni fa. Osservare il muro di Berlino, o quel che ne rimane nel Memoriale del Muro di Berlino e nell’East side gallery sarà l’occasione per riflettere proprio sull’evoluzione che la città e la cultura tedesca hanno messo in atto negli ultimi decenni, soprattutto per uscire dall’incubo della seconda guerra mondiale.
Per apprezzare il fatto che Berlino cambia, ma non dimentica, potrete visitare il Memoriale della Shoah. Questo luogo unico al mondo comprende 2711 steli di cemento senza alcun nome né fregio, che ricordano le vittime della persecuzione degli Ebrei d’Europa.