Ciclo anticipato di 10 giorni

Le mestruazioni e il ciclo mestruale in generale sono alla base di numerosi disfunzioni del nostro corpo.

chiudi

Caricamento Player...

Tra questi figura la polimenorrea, ovvero il ciclo anticipato di 10 giorni. Ciò che sta alla base della polimenorrea è sostanzialmente una disfunzione del ciclo mestruale, che comporta perdite mestruali a distanza ravvicinata. Quest’ultimo, infatti, viene drasticamente accorciato. Se la polimenorrea si verifica in un’unica occasione non c’è da allarmarsi, in quanto lo stress, il cambio di stagione, qualche malanno possono incidere sul ciclo, anticipandolo. Generalmente in questo caso, le mestruazioni avranno luogo circa dieci giorni prima, ma saranno anche più abbondanti rispetto al solito e tenderanno a durare di più. Le cause del ciclo anticipato sono varie: alcuni le riscontrano nella fase precedente all’ovulazione, altri nella fase successiva ad essa. Ebbene solo nel secondo caso, è giusto fare tutti gli accertamenti del caso, per evitare problemi di infertilità in futuro. Le mestruazioni in anticipo sono anche piuttosto tipiche nelle donne, che hanno problemi al cuore. Si è notata un’altra percentuale di polimenorrea, presente nelle ragazze che si trovano ad affrontare il primo anno di menarca: in questo caso è assolutamente normale, in quanto questo evento del tutto nuovo deve essere recepito dal nostro corpo. Quindi, in giovani donne il fenomeno in questione è del tutto normale. Quando si parla di donne adulte, invece, è bene fare tutti gli accertamenti del caso. Spesso, infatti, il sanguinamento non è necessariamente sentore di un ciclo, ma un’emorragia. La prima cosa da fare è rivolgervi al vostro ginecologo di fiducia, che saprà consigliarvi al meglio, a seconda della situazione presentata. Qui verrete sottoposte ad un controllo del tessuto, attraverso una biopsia. Generalmente la cura per il ciclo anticipato consiste nell’assunzione di progestinico. La cura, in questa eventualità, si protrarrà per qualche mese, anche se il vostro caso specifico deve essere valutato dal medico specialista.