Il fosforo migliora la memoria e le funzioni cerebrali: ecco quali sono i cibi ricchi di fosforo da inserire nell’alimentazione quotidiana!

Parliamo sempre di quanto un’alimentazione sana ed equilibrata possa dare numerosi benefici all’organismo; non abbiamo, però, ancora nominato tutti quegli alimenti ricchi di fosforo che aiutano a migliorare la memoria. Questa sostanza, o meglio questo minerale, oltre a stimolare il cervello e le funzioni cerebrali, è un toccasana per l’organismo.

Il fosforo permette al sistema muscolare e nervoso di godere di un ottimo funzionamento. È, quindi, davvero importante inserirli nella propria dieta quotidiana. Scopriamo quali sono!

Fosforo: gli alimenti che ne contengono di più

– Noci. Possono essere gustato ovunque o da sole come merenda: le noci sono ricche di fosforo e Omega 3. Attenzione a non esagerare! Basta mangiarne almeno una manciata al giorno.

– Legumi. Andrebbero mangiati almeno 3 volte a settimana, poiché sono ricchi di fosforo e tantissimi altri nutrienti perfetti per l’organismo. Lenticchie, fagioli, fave e ceci possono essere gustati come contorno, come una zuppa o accompagnati dalla pasta.

Fosforo
Fosforo

– Parmigiano. Ricco di fosforo e di calcio, è perfetto per le ossa e per la memoria. È anche una ricca fonte di vitamina A e D. Può essere aggiunto alle proprie portate o gustato anche come snack.

– Pesce. Sappiamo perfettamente che il pesce è un ottimo alimento per la migliorare la memoria, inoltre è stato anche confermato dalla scienza che allunga la vita. Prediligete la spigola, l’orata e il merluzzo!

– Semi di girasole. Possono essere gustati nelle insalate con un po’ di pesce o di carne, i semi di girasole sono un ottimo alimento per poter fare il pieno di fosforo, ferro e zinco!

– Orzo. Tra i cereali integrali, l’orzo è quello che vanta più fosforo in assoluto. Può essere inserito tranquillamente nella propria dieta alimentare e può essere gustato a pranzo o a cena in mille modi diversi!

Ecco, infine, una lista di altri alimenti consigliati:

– Formaggi vari (percorino, emmental, caciocavallo), uova di gallina, farina d’orzo, latte di vacca in polvere, crusca di frumento, cacao amaro, tè, mandorle, pistacchi, anacardi, lievito di birra, soia secca e germe di frumento.

Fosforo basso? Ecco perché è importante assumerlo

Perché è indicato inserire nella nostra dieta tanti alimenti che contengono fosforo? Ecco i vantaggi che ne derivano:

– Il fosforo contribuisce all’assorbimento del calcio nell’intestino e di conseguenza rafforza le cellule e il loro potere rigenerativo.

– È un toccasana per il nostro organismo ed è fondamentale per la formazione delle ossa e per la produzione di energia

– Assumerne in giusta quantità favorisce l’utilizzo delle vitamine da parte del corpo.

– Avere un livello equilibrato di fosforo aiuta a combattere diverse patologie, in particolare legate a vista udito e olfatto.

– Tiene a bada l’umore, migliora la memoria e previene gli stati depressivi.

– Questo elemento mantiene stabile l’equilibrio del PH del sangue.

Di quanto fosforo abbiamo bisogno?

La giusta assunzione di questo elemento è stimata al pari del nostro fabbisogno giornaliero di calcio. Ma a quanto ammonta?

Per gli adulti di parla di 800 mg, mentre invece per gli anziani si sale fino a 1000 mg, Per le donne in gravidanza e per gli adolescenti, invece, deve essere di 1200 mg.

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
Alimentazione

ultimo aggiornamento: 20-06-2020


Dieta pancia piatta: il menù settimanale per un fisico da urlo

Epilazione: costi e tempistiche del trattamento