Cibi afrodisiaci: quando il sesso passa anche dal supermercato

Ci sono alcuni cibi afrodisiaci considerati dei rivali del viagra che potete tranquillamente scrivere nella normale lista della spesa

chiudi

Caricamento Player...

Tutti ormai conoscono le ostriche e i gamberoni come cibi afrodisiaci. Ma non ci sono solo loro: ecco alcuni cibi dalle proprietà afrodisiache, facilissimi da reperire. questi cibi dietro al loro aspetto piuttosto banale nascondono grandi proprietà afrodisiache. Si tratta di cibi low cost, disponibili per tutti: non stiamo parlando quindi di ostriche, gamberoni e caviale. Avreste mai pensato che un bel risotto di asparagi o un pinzimonio con tanto sedano fossero così speciali? Ecco tutti gli spunti, da provare per credere!

Asparagi, sedano, ma anche uva e cioccolato

Un antico detto arabo insegna ad osservare le forme delle piante per capirne l’utilità. Gli asparagi in questo senso sono decisamente espliciti.

Per questo sono considerati ottimi afrodisiaci. Anche la scienza questa volta da la conferma: stimolando spesso il tratto urinario, rilassano i tessuti che lo circondano e procura benessere durante il sesso.

Il sedano migliora la sensibilità. E come bonus è un gran alleato contro la cellulite.

Il cioccolato poi è già noto per risollevare l’umore, sopratutto ai golosi. Un’altra buona notizia: il cacao alza anche il desiderio e la passione.

Gli antichi greci ed egizi consideravano il finocchio un afrodisiaco per un sesso fantastico. Da provatelo in insalata con la rucola per risultati esplosivi.

I pinoli contengono agrinina e zinco. L’arginina prima agisce sul tessuto erettile femminile e maschile, e regala così una maggiore sensibilità. Lo zinco, invece, stimola la produzione di testosterone.

Infine non dimentichiamoci dell’uva. Alcuni studi hanno dimostrato che i suoi anti ossidanti e bioflavonoidi mantengono giovani i tessuti. E aiutano la voglia di fare l’amore.

Già gli antichi la consideravano un potente afrodisiaco. Non è certo un caso che Dioniso, il dio greco del vino, fosse anche la divinità della fertilità.