Scienziato osannato in tutto il mondo, è anche docente e scrittore di libri di successo. Tutto sul neurobiologo e scrittore de La nazione delle piante, Stefano Mancuso.

Il quotidiano La Repubblica l’ha inserito tra i venti italiani che potranno migliorare la nostra vita, mentre secondo il New Yorker, cambierà il mondo: lui si chiama Stefano Mancuso e nella vita è uno scienziato e neurobiologo. Non è quindi conosciuto soltanto in tutta Italia per i suoi studi, bensì in tutto il mondo: i suoi molti libri attestano l’impegno che manifesta e la fama che si sta guadagnando. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul neurobiologo e scrittore Stefano Mancuso.

Chi è Stefano Mancuso, la biografia

Stefano Mancuso è nato a Catanzaro, in Calabria, il 9 maggio 1965 sotto il segno zodiacale del Toro. Oltre alla sua attività di ricercatore e saggista, è anche docente universitario: insegna infatti arboricoltura generale e etologia vegetale all’Università di Firenze.

Ha affermato di essersi interessato alle piante e alle loro proprietà curative, solo in età adulta, durante l’Università.

View this post on Instagram

O dobroczynnym wpływie drzew w przestrzeni miejskiej wiemy wszyscy. Jednak rośliny we wnętrzach postrzegamy zwykle jako element dekoracyjny. Tymczasem zespół naukowców i specjalistów włoskiej organizacji naukowo-badawczej PNAT z Florencji wykonał eksperyment, który pokazuje, że rośliny mogą zrobić dla nas o wiele więcej niż tylko upiększać otoczenie. W budynku dawnej fabryki (Manifattura Tabacchi, zrewitalizowana i przekształcona w multi funkcjonalny kompleks) zainstalowano system, który redukuje zanieczyszczenia atmosferyczne aż o 97%. „La Fabbrica dell’aria” to rodzaj szklarni o pow. 40 mkw, wypełnionej roślinami (67 roślin, w tym 10 odmian o szerokich liściach, tj. fikus, bananowiec, paprocie) Odpowiednio skonstruowany system oczyszcza 5 tys. metrów sześciennych powietrza na godzinę (tysiąc na pięć metrów wysokości, czyli wymiary open space’u w którym został zainstalowany). Jak działa? Poprzez otwory rozmieszczone pod podłogą poszczególnych sekcji szklarni, powietrze napływa do jej wnętrza, gdzie jest oczyszczane, filtrowane, a następnie poprzez tuby przekazywane do wnętrz. Fabryka powietrza to dziś prototyp, który może jednak zrewolucjonizować architekturę wnętrz, bo za pomocą roślin domowych oczyszcza, odświeża i nawilża powietrze. Ponadto naukowcy planują przeskalowanie projektu i adaptacje w dużych przestrzeniach, także miejskich. #ecodesign #greendesign #airfactory #fabbricadellaria #pnat #stefanomancuso @manifatturatabacchifi #firenze

A post shared by DOM & WNĘTRZE (@magazyn_domiwnetrze) on

Oltre alla sua attività di docente universitario, che porta avanti dal 2001, dirige anche il Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale con sede non solo a Firenze ma anche in Giappone. La sua fama viene riconosciuta in tutto il mondo, e a lui e ai suoi più stretti collaboratori sono spesso dedicati articoli e foto da parte di quotate riviste del settore.

Nel 2013 ha pubblicato L’intelligenza delle piante, scritto insieme ad Alessandra Viola. Seguono poi altre pubblicazioni di libri, tra cui Plant Revolution, nel 2017, e La nazione delle piante, due anni dopo. Oltre ad essere insegnante, sempre all’interno dell’università di Firenze, nel 2014 crea una start-up per proseguire attivamente con la sua ricerca e i suoi studi sul mondo vegetale.

Dei guadagni di Stefano Mancuso non abbiamo nessuna informazione.

La vita privata di Stefano Mancuso

Stefano Mancuso è sposato? Purtroppo non possiamo sapere se ha una moglie o è sentimentalmente legato a qualcuno, poiché lo scienziato è sempre stato molto attento alla sua privacy. Non sappiamo, inoltre, neanche se abbia figli.

Non possiede degli account social ufficiali, ma solo un profilo Instagram che sembra non essere gestito personalmente dallo scienziato.

Stefano Mancuso: dove abita

Sembra che il neurobiologo abbia lasciato la città che gli ha dato i natali, Catanzaro, per trasferirsi in Toscana. Precisamente a Firenze dove insegna presso l’Università. Per via della sua professione, inoltre, Mancuso è abituato a viaggiare e spesso si reca anche all’estero per lunghi periodi per continuare la sua attività di ricerca sul mondo delle piante.

6 curiosità su Stefano Mancuso

– È un amico dell’attore e comico Giovanni Storti, di Aldo Giovanni e Giacomo, come testimonia uno scatto del profilo ufficiale del trio che li vede insieme. Nella puntata del 21 ottobre 2020 de L’assedio, condotta da Daria Bignardi, partecipano entrambi come ospiti.

– Nel 2010 il professor Mancuso è stato invitato al Ted Global a Oxford per parlare proprio del suo metodo scientifico sviluppato intorno all’intelligenza delle piante.

– É il membro fondatore dell’International Society for Plant Signaling & Behavior.

– Insegna presso l’Accademia dei Georgofili.

– Presso la Start up universitaria da lui fondata, ha brevettato un modulo galleggiante per coltivare ortaggio e fiori in modo autonomo.

-Nel 2019 è stato invitato da Serena Dandini nel suo programma Stati Generali.

Fonte foto di copertina: https://www.amazon.it/pianta-del-mondo-Stefano-Mancuso/dp/8858140680

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Vittoria Puccini, l’attrice dalla bellezza ‘antica’

Chi è Veronica Panarello, la donna condannata a 30 anni per l’omicidio del figlio Loris