Sabrina Impacciatore in 5 parole

Scopriamo alcune caratteristiche di Sabrina Impacciatore, amata attrice italiana che ci accompagna dietro le quinte dell’Ariston per raccontare le curiosità e i retroscena del Festival di Sanremo 2018.

Poliedrica attrice e simpatica imitatrice, ma anche tenera mamma e compagna di vita. È Sabrina Impacciatore, conduttrice del DopoFestival di Sanremo 2018. Della sua vita, le sue ambizioni e paure, Sabrina non ha mai fatto mistero di fronte alle telecamere. Si è parlato tanto di lei come attrice e ancor di più per le imitazioni che hanno fatto “inviperire” alcune donne del mondo dello spettacolo. Eppure basterebbero poche parole per descrivere la personalità di Sabrina Impacciatore…

La personalità di Sabrina Impacciatore in 5 parole

– POLIEDRICA. Ha recitato nei ruoli più diversi, dal comico al drammatico senza mai apparire “fuori posto”. Merito in parte degli anni trascorsi a studiare recitazione e in parte dalla sua capacità grazie alle quali risulta essere tra le imitatrici più brave al momento in auge nel piccolo schermo.

SABRINA IMPACCIATORE
SABRINA IMPACCIATORE

– RESILIENTE, ovvero capace di adattarsi e far fronte con positività a situazioni non proprio favorevoli. Nel mondo dello spettacolo, sono rari i personaggi che si accettano per quello che sono. È molto più facile accettare la resa e abbandonarsi ad una serie di ritocchi estetici mirati a cancellare ogni imperfezione fisica. Sabrina, invece, è riuscita ben presto a trasformare un suo difetto nel suo punto di forza.

Come l’attrice ha più volte raccontato durante le interviste, attorno ai 15 anni voleva rifarsi il naso: quell’antipatica gobbetta sembrava primeggiare sul viso, oscurando in qualche modo tutto il resto. Poi, raggiunta la maggiore età, quando finalmente poteva sottoporsi all’operazione cambiò idea perché, in fondo, proprio quel naso che lei definisce “no global” o “non omologato” era diventato il particolare che la rendeva unica, diversa dalle altre.

– ESTROVERSA. Del suo essere a suo agio di fronte alle telecamere se ne accorse per primo Gianni Boncompagni che, dopo averla inserita dapprima nel programma Domenica In come ragazza pon-pon e poi a Non è la Rai, la volle al suo fianco nella conduzione di Macao.

Sabrina si sperimenta in ogni veste con la grinta di chi vuole farcela e l’umiltà di chi può ancora apprendere tanto del mondo dello spettacolo.

– COMBATTIVA. Si dice che le donne intelligenti non riescano a stare zitte e Sabrina ne è la prova. Ospite di trasmissioni televisive, non ha mai avuto paura di dire la sua, di dare pareri e qualche volta anche giudizi, senza mai far venir meno l’educazione e il rispetto di cui è da sempre paladina. Quello stesso rispetto che si è ripresa sottraendosi dalle mani di un uomo che diceva di amarla, ma poi la picchiava.

– TESTARDA. Mira l’obiettivo e si impegna duramente senza alcuna possibilità di resa, la bella Sabrina. E quella sua testarda convinzione di voler fare l’attrice, l’hanno vissuta giorno dopo giorno i suoi parenti che per lei ambivano a tutt’altra carriera: sua madre le consigliava di cercare un lavoro vero e suo padre per lei avrebbe preferito un orario d’ufficio. Chissà se oggi avrebbero il coraggio di ripeterle le stesse raccomandazioni!

ultimo aggiornamento: 07-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X