5 cose che non sai su Roberto Benigni: dalle curiosità alla vita privata!

Scopriamo cosa c’è da sapere su Roberto Benigni, dalle curiosità alla vita privata accanto all’inseparabile Nicoletta Braschi!

Classe 1952, Roberto Benigni, nato a Castiglion Fiorentino, è uno dei più apprezzati attori, registi, comici e sceneggiatori non solo in Italia, ma anche nel panorama internazionale. Scopriamo cosa c’è da sapere sull’attore da Oscar e sulla sua vita privata, passando per alcune curiosità!

Roberto Benigni: tutto quello che non sai sul Premio Oscar Toscano

– Ha ricevuto 9 lauree honoris causa in Italia e un dottorato in legge dall’università di Toronto, in Canada.

ROBERTO BENIGNI
ROBERTO BENIGNI

– Una volta ha chiamato Papa Giovanni Paolo II “Wojtilaccio”, ed è stato processato per oltraggio alla religione di stato e vilipendio, nonché condannato a pagare un milione di multa alla Santa Sede.

– Ha avuto un ottimo rapporto con Papa Wojtyla, tanto da essere stato invitato a vedere La Vita è Bella insieme a lui in una proiezione privata. L’attore ha sempre dichiarato che sua madre non avrebbe mai creduto che questo aneddoto fosse vero.

– Per la sua vittoria del David di Donatello ha voluto dedicare il premio a sua moglie con un commovente discorso: “Ho fatto tutto con lei, per lei e grazie a lei. Quindi questo premio non è mio, è suo, le appartiene. E vorrei tanto che fosse lei in cuor suo a dedicarlo a me. Grazie bella!”

– Pippo Baudo ha dichiarato che l’unico artista ad averlo messo a disagio nella sua lunga carriera televisiva è stato lui: “Un ospite che mi ha messo in difficoltà? Uno solo, Roberto Benigni, al quale però voglio troppo bene. La prima volta che venne in trasmissione, mentre ci riprendevano a mezzo busto, mi diede con la mano un colpo secco sui genitali che mi lasciò senza fiato.”

Roberto Benigni: la moglie e la vita privata dell’attore

Roberto Benigni è sposato dal 1991 con Nicoletta Braschi, conosciuta sul set de Il Piccolo Diavolo nel 1988, e da allora rimasta sempre al suo fianco. “È il suo ingresso nella mia vita, c’è un prima e dopo di lei. Nel prima, tutto era farsa: la commedia senza la presenza femminile è come una vita a metà, non la si può concepire.

Da allora, abbiamo fatto tutto insieme come una compagnia teatrale, è stata sua l’idea di darci libertà producendo noi i nostri film. Mi ha dato verità. Mentre volavo, mi ha riportato con i piedi per  terra, e io non riesco a immaginare un altro volto, un’altra presenza, un altro respiro che non sia lei. Per me è una benedizione. Lo è stata davvero”, ha raccontato l’attore a Vanity Fair.

ultimo aggiornamento: 25-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X