È diventata famosa giovanissima, a causa dei genitori: Nada è una cantante, attrice e scrittrice di successo amante del suo lavoro! Scopriamo di più su di lei.

Ma che freddo fa, Il cuore è uno zingaro e Senza un perché sono solo alcuni dei grandi successi di Nada (Malanima di cognome), cantate diventata famosa “per colpa” dei suoi genitori quando era molto giovane, debuttando al Festival di Sanremo nel 1969 all’età di 15 anni. Non solo cantante, Nada è anche attrice e scrittrice di successo. Amante della musica, della scrittura e felicemente sposata, la sua storia è diventata oggetto anche di un film per la tv, dal titolo La bambina che non voleva cantare. Ripercorriamo insieme la sua carriera artistica e scopriamo alcune curiosità che la riguardano!

Chi è Nada: la biografia della cantante

Nada Malanima, conosciuta solamente come Nada, nasce a Gabbro, in provincia di Livorno il 17 novembre 1953. È del segno zodiacale dello Scorpione. La sua infanzia non è tutta rose e fiori, dal momento in cui viene spinta nel mondo della musica dai suoi genitori contro la sua volontà.

Nada va ancora a scuola, quando la madre la convince a dedicare gran parte del suo tempo a cantare alle feste di paese, dalle suore e in vari eventi musicali del posto. Infatti, viene scoperta da un signore che era alla ricerca di giovani talenti.

Nada
Nada

Dopo che il talent scout parla con i suoi genitori, Nada insieme alla sua famiglia va a Roma per poter fare un’audizione. Immediatamente firma un contratto discografico, ma al contrario di quello che verrebbe da pensare, lei non è assolutamente felice!

Inizia così a vivere una vita tra concerti, televisione, musica e tutto ciò che non le apparteneva personalmente: infatti, la giovane ragazza è costretta a lasciare la scuola e a causa dell’eccessivo stress subito dal lavoro, necessitando spesso di nutrirsi con le flebo.

Nonostante gli anni difficili, la cantante continua il suo percorso lavorativo poiché capisce di aver qualcosa da dimostrare al pubblico che si è conquistata in questi anni. Partecipa a vari eventi musicali, a Sanremo, al Festivalbar e va in tour per tutta l’Italia, finché alla fine non diventa uno dei volti più noti della musica italiana.

Attualmente, il suo ultimo album risale al gennaio 2019 ed è tornata a esibirsi anche in tv, in particolare ha duettato insieme a Motta al Festival di Sanremo di quell’anno. Nel 2021, inoltre, la sua storia viene trasposta in un film per la tv, dal titolo La bambina che non voleva cantare, con Tecla Insolia che interpreta la cantante agli inizi della carriera.

Nada, la vita privata

Innamorata e felicemente sposata da tantissimi anni con Gerry Manzoli, ovvero il bassista dei Camaleonti, un complesso musicale molto noto degli anni ’70, Nada è insieme al suo compagno dal 1973. Dalla loro unione è nata una figlia, Carlotta.

Attualmente vivono in campagna a Manciano, nel Grossetano. Non si hanno informazioni sui suoi guadagni, anche perché è una persona molto riservata per quanto riguarda la sua sfera privata. Ha un profilo Instagram dove condivide istantanee della sua attività musicale e professionale, più che altro.

Chi è il marito di Nada, Gerry Manzoli

Gerry Manzoli, classe 1941, è conosciuto per via della sua attività musicale, in particolare da bassista, nella band italiana I Camaleonti e per essere il marito della cantante Nada.

Secondo alcune intervista rilasciate da Nada sarebbe stato lui la persona che l’ha più spronata a continuare con la sua carriera, anche nei momenti più difficili. Non possiede account social.

Nada Malanima: 4 curiosità

-Una curiosità in particolare fa riferimento al suo nome: Nada è il nome che viene scelto dalla madre. La donna, ancora incinta, incontra una zingara di nome Nada che decide di leggerle la mano: le confessa che avrà una figlia femmina di successo che viaggerà molto.

-Oltre ad essere una cantante, l’artista ha avuto anche modo di entrare a far parte del mondo della recitazione: ha preso parte di alcuni film cinematografici tra cui Il diario di Anna Frank e Con gli occhi chiusi. In quest’ultimo film, ha composto anche la colonna sonora.

-Stando a quanto si vede dalle sue foto su Instagram, fuma il sigaro.

-Da grande appassionata di scrittura, ha pubblicato tre romanzi tra cui uno autobiografico, dal titolo Il mio cuore umano, da cui è tratto il film La bambina che non voleva cantare, diretto da Costanza Quatriglio e in onda su Rai 1 nel marzo 2021.

Foto: credits Claudia Pajewski


Beppe Braida: ricordi il comico di “Attentato!”? Ecco che fine ha fatto…

Gerry Manzoli: ecco chi è il marito di Nada