Chi è Mauro Icardi dell'Inter e marito di Wanda Nara

Tutto su Mauro Icardi, oltre la passione per il calcio…

Mauro Icardi ha mosso i primi passi nel mondo del calcio quando aveva appena 5 anni, e già a quell’età aveva mostrato un talento eccezionale.

Famoso per le gesta in campo ma anche per la vita privata. Mauro Icardi, calciatore argentino dell’Inter (di cui era il capitano, prima che la società decidesse di togliergli la fascia, nella stagione 2018-2019) fa parlare di sé non solo per i gol ma anche per la sua relazione. Quella con Wanda Nara, sua moglie e madre delle sue due figlie. Ma in quanti sanno che Icardi ha origini italiane da parte di suo padre?

Mauro Icardi: moglie e figli

Nato a Rosario (Argentina) il 19 febbraio 1993, sotto il segno zodiacale dell’Acquario, Mauro Emanuel Icardi è figlio di Analia e Juan Icardi. Suo padre ha le sue radici in Italia: il nonno è infatti di Carmagnola, un paese in provincia di Torino (Piemonte) e per questo motivo Mauro ha il doppio passaporto argentino e italiano.

Nel 2013, in Italia ormai da qualche anno, Mauro Icardi ha conosciuto Wanda Nara, ex moglie del suo compagno di squadra (e amico, fino a quel momento) Maxi Lopez. I due si sono innamorati e, in pochi mesi, sono convolati a nozze. Il matrimonio di Mauro e Wanda si è tenuto il 27 maggio 2014 al municipio di San Isidro, a Buenos Aires.

Chi è la moglie di Mauro Icardi, Wanda Nara?

Wanda Nara è nata a Boulogne Sur Mer (Argentina) il 10 dicembre 1986, sotto il segno zodiacale del Sagittario.

È una modella e procuratrice di calcio, che dal 2013 segue anche il marito Mauro Icardi. Wanda è arrivata in Italia nel 2011 per seguire Maxi Lopez, all’epoca suo marito; due anni dopo, la coppia ha divorziato.

Mauro Icardi e Wanda Nara
Mauro Icardi e Wanda Nara

La loro separazione è arrivata in tribunale, soprattutto a causa delle reciproche accuse di tradimento. Nel frattempo Wanda Nara ha iniziato una relazione con Mauro Icardi, cosa che ha scatenato il gossip e ha portato alla fine dell’amicizia tra i due calciatori.

Mauro Icardi, carriera

Mauro ha iniziato a giocare a calcio da piccolissimo, e ad appena 5 anni è entrato a far parte del Club Infantil Sarratea. Quando aveva 9 anni, la famiglia di Mauro Icardi è stata costretta a trasferirsi a Las Palmas, in Spagna, per superare una dura crisi economica. Anche qui è riuscito a mettere a frutto il suo talento, convincendo i genitori a trasferirsi in Catalogna quando lui aveva 15 anni.

Nelle giovanili del Barcellona, Mauro ha modo finalmente di dare prova delle sue innate abilità calcistiche; il suo debutto in prima squadra è arrivato l’anno seguente, sempre con i compagni blucerchiati.

L’Inter, notato il suo talento, si è aggiudicata l’argentino nel 2013, ed è qui che Mauro Icardi è diventato uno dei più forti attaccanti nel campionato italiano. Nella stagione 2018-2019, però, la società ha deciso di togliere all’argentino la fascia di capitano.

Un gesto che ha portato il giocatore a rifiutarsi di partire con la squadra per la successiva trasferta in Europa League nonché ad un lungo braccio di ferro, che ha visto Icardi per settimane fuori dalla squadra, fino al rientro ad aprile 2019.

4 curiosità su Mauro Icardi

• Da bambino collezionava statuette dei campioni di calcio, che si trovavano in omaggio con la Coca-Cola. Venerava quella di Javier Zanetti, uno dei suoi calciatori preferiti.

• Con i suoi primi soldi, a 18 anni, si è comprato un Hammer giallo usato: era un’occasione irresistibile, e lui aveva sempre sognato quella macchina sin da ragazzino.

• Nel 2016 ha pubblicato la sua autobiografia Sempre avanti. La mia storia segreta, scritta a quattro mani con il giornalista Paolo Fontanesi.

• In giovane età, per racimolare qualche soldo, d’estate lavorava come parcheggiatore notturno fuori dalle discoteche.

ultimo aggiornamento: 19-04-2019

X