Il suo enorme impegno per combattere il Coronavirus lo ha portato a diventare un vero eroe: ecco quello che sappiamo sul dottor Maurizio Cecconi.

Specializzato in anestesia e rianimazione, il dottor Maurizio Cecconi ha speso tutte le sue energie per affrontare la pandemia di Coronavirus che si è abbattuta sul nostro Paese nella primavera del 2020. E per il suo impegno è stato insignito del titolo di “eroe”, da parte di una delle più prestigiose riviste mediche al mondo.

Maurizio Cecconi, la biografia

Nato a Gonars (in provincia di Udine) il 27 dicembre 1977, sotto il segno zodiacale del Capricorno, Maurizio Cecconi ricopre attualmente il ruolo di direttore del dipartimento di Anestesia e Terapia Intensiva dell’ospedale Humanitas di Milano, oltre ad essere professore, dal 2018, presso l’Humanitas University. Il suo curriculum è lungo e ricco di successi: dopo il liceo scientifico, Maurizio ha intrapreso subito la carriera medica.

Laureatosi presso l’Università degli Studi di Udine, ha presto un dottorato alla St George’s University di Londra e ha poi frequentato la Harvard Medical School. Il dottor Cecconi ha lavorato a lungo all’estero, dapprima a Madrid e poi proprio al St George’s Hospital, diventando capodipartimento di uno dei più grandi reparti di terapia intensiva d’Europa.

Maurizio Cecconi è tornato in Italia nel 2018, anno in cui è stato eletto presidente della European Society of Intensive Care Medicine. Nel corso della sua carriera è stato insignito di vari riconoscimenti per il suo immenso lavoro, ma è nel 2020 che ha ricevuto una delle menzioni più importanti di sempre.

Maurizio Cecconi, l’impegno contro il Coronavirus

Durante la pandemia di Covid-19, il dottor Cecconi ha profuso tutto il suo impegno per la regione Lombardia, in una delle zone più funestate dalla malattia. È stato anche uno dei primi a promuovere la diffusione delle informazioni sulla pandemia, in modo da limitare il contagio nella maniera migliore possibile. Per questo ha organizzato videoconferenze con colleghi in tutto il mondo, spiegando loro di rafforzare le terapie intensive.

Per questo immenso sforzo, il dottor Maurizio Cecconi è stato menzionato dalla rivista JAMA (una delle principali in ambito medico) come uno dei tre eroi della pandemia. Assieme a lui, il dottor Li Wenliang morto di Coronavirus dopo aver rivelato la gravità della malattia e l’infettivologo Anthony Fauci.

La vita privata di Maurizio Cecconi

Poiché il dottor Cecconi è un uomo estremamente riservato, sulla sua vita privata non abbiamo praticamente alcuna informazione. Non sappiamo se è sposato o comunque sentimentalmente impegnato, oppure se è ancora single, né sappiamo se ha dei figli.

Quel che è certo è la sua immensa dedizione al lavoro: anche sul suo profilo Instagram lo vediamo preso nella sua attività. È invece dalla sua pagina Facebook che possiamo trovare qualche dettaglio in più sul suo conto. Siete pronti a scoprire qualche curiosità sul dottor Cecconi?

Maurizio Cecconi in 3 curiosità

-È stato insignito del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana da parte di Sergio Mattarella.

-È un appassionato di motociclismo.

-In alcune sue foto lo vediamo alle prese con sport d’acqua, tra le sue più grandi passioni.

Fonte foto: https://www.facebook.com/maurizio.cecconi.127

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 20-10-2020


Jeff Bridges, tutto sull’attore de Il grande Lebowski: gli amori e la lotta contro la leucemia

Antonella Lualdi, tutto sull’attrice: dalla carriera al grande amore per Franco Interlenghi