Chi è Maria Leitner: presentatrice e personaggio tv

Tutto quello che dovete sapere sulla famosa giornalista

chiudi

Caricamento Player...

Lo pseudonimo Maria Leitner è il nome che la giornalista Maria Lechleitner utilizza da quando lavora in tv.
Evidente la provenienza austriaca del padre nell’origine del cognome.

Volto molto noto della televisione italiana e nel mondo del giornalismo, è certamente la sua carriera come esperta nel mondo dei motori che le ha dato la maggiore fama. Noi ripercorriamo la sua carriera e vi diamo delle dritte sui suoi progetti e la sua vita.

Chi è Maria Leitner

La passione per i motori nasce a 13 anni quando guida la Fiat 500 del padre nel giardino della casa di Pordenone perchè non le è permesso di guidare il motorino e in famiglia non intendono comprarlo.

Giornalista affermata iscritta fin dal 1993 all’albo, inizia a rapportarsi a motori ed automobilismo nel 1990 con una rubrica su Telemontecarlo, in questo caso si aggiudica anche il primato di prima donna a condurre in Italia un programma sulla Formula 1.

Quindi il passaggio in Rai a metà anni 90 e le prime trasmissioni ancora sui motori con una rubrica settimanale del telegiornale di Rai 2 TG2 Motori.

Dal 2011 è la corrispondente Italiana per New York e conduce il TG2 anche della notte.

Ma non solo tv. E’ la penna di moltissime rubriche sulle maggiori testate giornalistiche ed autrice di alcuni titoli interessanti:

  • Maria Leitner, Roberto Gurian e Miky Biasion, L’arte di guidare, ed. Sperling and Kupfer
  • Maria Leitner, Ezio Zermiani e Aldo Ferrara, Race and grace

La sua passione per la guida l’ha anche portata a cimentarsi in alcune competizioni di livello :

  • Ha inoltre partecipato a quattro edizioni della Mille Miglia.
  • Ha partecipato e vinto il rally di Monza a fianco di Marco Brandt su Lancia 037.

Della sua vita sentimentale si sa sempre molto poco, schiva e riservata non lascia trasparire molto, mentre i suoi progetti futuri comprendono ancora auto e giornalismo, due grandi passioni.

Fonte immagine di copertina: Facebook