Gianrico Carofiglio ha un importante passato nel mondo della politica, ma anche nell’editoria. Scopriamo di più sullo scrittore!

Una vita ricca di grandi soddisfazioni grazie ai tanti libri pubblicati dal 2002 ad oggi, quella di Gianrico Carofiglio. Non tutti sanno, però, che oltre alla scrittura è stato un magistrato e un politico italiano (appartenente al Partito Democratico). Scopriamo tutto su di lui, sulla sua vita privata e anche sui suoi libri di maggiore successo!

Chi è Gianrico Carofiglio? Biografia e carriera

Nato a Bari il 30 maggio 1961 sotto il segno dei Gemelli, Gianrico Carofiglio è figlio d’arte: sua mamma è la scrittrice Enza Buono (anche suo fratello, Francesco Carofiglio, classe 1964, fa lo scrittore).

Dopo la Laurea in Giurisprudenza, nel 1986 ha iniziato la sua attività come magistrato, ma verso la fine degli anni Novanta ha deciso di lasciare la sua carica. La decisione è stata dettata dalla volontà di dedicarsi alla sua più grande passione: la scrittura.

Gianrico Carofiglio
Fonte foto: https://www.instagram.com/gianricocarofiglio/?hl=it

Inizialmente si è dato alla narrativa e ha pubblicato il primo libro nel 2002 dal titolo Testimone Inconsapevole da cui successivamente è anche stato tratto un film. Le sue doti di scrittore gli hanno portato anche dei riconoscimenti, come la vittoria del Premio Bancarella nel 2005, grazie al libro Il passato è una terra straniera.

Nel 2006 Gianrico è entrato in politica come consulente della Commissione Parlamentare Antimafia. Dopo due anni si è poi candidato al Senato per il Partito Democratico e poco dopo è stato eletto senatore.

Nel frattempo continua a scrivere. Citiamo, tra le sue ultime opere: La misura del tempo, La versione di Fenoglio, Il silenzio dell’onda.

I 4 libri di Giannrico Carofiglio con maggiore successo

Tra i tanti titoli dello scrittore, ecco quelli che hanno ricevuto maggior successo:

Ad occhi chiusi – pubblicato nel 2003 da Sellerio. Oltre ai premi italiani, il titolo ha anche vinto il premio in Germania come miglior noir internazionale dell’anno.

• I casi dell’avvocato Guerrieri (Testimone inconsapevole, Ad occhi chiusi, Ragionevoli dubbi), che è diventato l’avvocato più famoso del romanzo giudiziario italiano.

Cacciatore nelle tenebre – pubblicato nel 2007 da Rizzoli. La graphic novel presenta i disegni illustrati creati dal fratello dell’autore, Francesco, e ha vinto il premio Martoglio.

Cocaina – pubblicato da Einaudi nel 2013. Il libro comprende dei racconti thriller scritti anche da altri due importanti scrittori: Massimo Carlotto e Giancarlo De Cataldo.

La vita privata di Gianrico Carofiglio: figli e moglie

La moglie di Gianrico Carofiglio è Francesca Pirrelli: di professione fa il pubblico ministero. La coppia ha anche due figli: Alessandro e Giorgia.

Per il resto, Gianrico e Francesca sono due persone molto riservate: anche sul profilo Instagram dello scrittore non si intuisce nulla di più sulla loro vita privata.

Chi è la moglie di Gianrico Carofiglio, Francesca Pirrelli?

Nata a Monopoli l’11 maggio 1960, Francesca Pirrelli è in magistratura dal 1986, quando aveva ventisei anni. Ha lavorato presso la Pretura di Palmi, il Tribunale e alla Procura di Bari e in Procura a Foggia.

È anche insegnante (diritto penale e procedura penale) e autrice di articoli di diritto ambientale.

3 curiosità sullo scrittore

• I suoi libri hanno ottenuto un notevole successo: sono state vendute oltre cinque milioni di copie, tradotte in ben 28 lingue differenti!

• Oltre ad essere uno scrittore di romanzi, Gianrico Carofiglio si è occupato anche di alcune sceneggiature cinematografiche. Tra questi la sceneggiatura del film Il passato è una terra straniera, tratta dall’omonimo libro da lui scritto.

• Fa karate.

View this post on Instagram

E con questa ho finito, prometto …

A post shared by Gianrico Carofiglio (@gianricocarofiglio) on

Dove vive Gianrico Carofiglio?

Gianrico, ancora oggi, vive nella sua città natale con la moglie e i figli; a Bari è anche Presidente della Fondazione Lirico del teatro.

In un’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera, lo scrittore aveva rivelato che, quando era giovane e Bari era molto violenta ha fatto molte volte a botte. Fortunatamente ha iniziato a praticare le arti marziali che, a suo dire, gli hanno cambiato la vita.

Quanto guadagna Gianrico Carofiglio?

Riguardo alla sua attività politica, ha precisato di non percepire alcun vitalizio: “Ieri mi hanno scritto che sono un buffone e uno scrittore da 4 soldi e che percepisco un lauto vitalizio. Sui primi 2 punti non ho osservazioni. Sul terzo, preciso che non prendo nessun vitalizio, nessuna pensione, nessuno stipendio. Grazie se potrete prenderne nota“, ha fatto sapere con un tweet.

Per il resto, non sono state rese note cifre precise. Però, secondo quanto riporta Repubblica, lui Andrea Camilleri e Andrea De Carlo sono tra i pochi scrittori a comparire spesso sul podio della classifica dei più venduti.

Secondo la loro indagine, infatti, solo chi vende tra le 50 mila e le 100 mila copie all’anno riesce a vivere bene (soltanto del lavoro di scrittore), con un guadagno stimato tra i 100 mila e i 400 mila euro da dividere al 50% tra editore e scrittore.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Francesco Carofiglio Gianrico Carofiglio

ultimo aggiornamento: 20-11-2019


7 chicche su Ezio Greggio, l’uomo che ha detto no alla cittadinanza onoraria

Jacqueline Luna Di Giacomo, tutto sulla figlia di Heather Parisi