È il sarto dei Papi e il creatore del miglior incenso dell’anno secondo il Financial Times: ecco a voi Filippo Sorcinelli!

Veste Papi. Ma non è solo questo. Crea profumi come l’Unum Lavs, “L’incenso di tutti gli incensi” secondo il Financial Times. Ma non è solo questo. Filippo Sorcinelli è davvero un uomo dalle mille virtù, dalle mille vocazioni. Un artista a tutto tondo. Cerchiamo di conoscerlo meglio e di capire perché non è affatto eccessivo considerarlo un esponente del Made in Italy sulla scena internazionale.

Filippo Sorcinelli: la biografia

Filippo Sorcinelli nasce nel 1975 a Mondolfo, in provincia di Pesaro Urbino, frequenta l’Istituto d’Arte di Fano, si licenzia come Maestro d’Arte prima nel 1992. In concomitanza, prende lezioni presso il Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesato fino al 1996. L’anno seguente riceve dal Pio Sodalizio dei Piceni una borsa di studio per affinare le doti in Organo al Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma. Particolarmente apprezzato per la capabilità di improvvisazione, nel 2015 pubblica il suo primo album, Francophilie, interamente dedicato alla musica d’oltralpe.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

https://www.instagram.com/p/COZgMs8FMf9/

Sorcinelli fonda nel 2001 Lav (Laboratorio Atelier Vesti Sacre), focalizzato sullo studio e la produzione di paramenti sacri per la Chiesa Cattolica. L’operato è riconosciuto e documentato in ogni parte del mondo, essendosi occupato di realizzare parecchie vesti per Papa Benedetto XVI e la messa di inizio pontificato di Papa Francesco. Curatore di una mostra in collaborazione con il Louvre di Parigi, Filippo Sorcinelli ottiene pure l’incarico di ricostruire i paramenti sacri in occasione della Ricognizione delle spoglie di Papa Celestino V a L’Aquila.

Per accompagnare l’esperienza sensoriale nel momento di aprire la scatola di un paramento, Filippo Sorcinelli lancia nel 2014 la linea di profumi Unum. Dunque, crea la prima fragranza, Lavs, che riscuote enorme successo: nel giro di un anno il Financial Times la elegge migliore profumo a base di incenso.

Tra i nomi evocativi Opus 1144, dedicato all’organo della Cattedrale di Notre Dame, Rosa Nigra, le quattro fragranze Nebbia, Io_non_ho_mani_che_mi_accarezzino_il_volto (la frase è di nome di David Maria Turoldo, l’idea ispirata al fotografo Mario Giacomelli) e _scusami_. In una collezione di quattro fragranze si declina XSé, attraverso i quali Filippo Sorcinelli esplora il mondo dell’identità e della sessualità. A fine 2020 Sorcinelli lancia anche Superflùo, una linea di cinque prodotti per la cura del corpo. Il 24 maggio 2021 è ospite su Rai Uno a Oggi è un altro giorno di Serena Bortone.

Filippo Sorcinelli: la vita privata

Filippo Sorcinelli è un autentico enigma per quanto riguarda la sfera intima: non si sa se sia sentimentalmente impegnato né chi abbia frequentato in passato. Ha un rapporto stretto con Mondolfo, il paese natale, dove è tornato a vivere. Attivo su Instagram, è impossibile stabilire a quanto ammonti il suo patrimonio.

4 curiosità su Filippo Sorcinelli

– Ha appreso dalla zia l’arte della sartoria e del ricamo.

– Nel 2015 il Comune di Santarcangelo di Romagna (in cui sorge l’atelier Lavs) gli ha conferito la Benemerenza Civica per i meriti artistici.

– Per aiutare la popolazione marchigiana colpita dal terremoto, in particolare il borgo di Bolognola, ha immesso sul mercato nel 2016 la fragranza Epicentro.

– Ha inaugurato con l’associazione Pro Arte Mondolfo il progetto Mondolfo Galleria Senza Soffitto, atto a portare nel borgo le opere di artisti contemporanei.

Fonte foto: https://www.instagram.com/filippo_sorcinelli/


Micaela Ramazzotti, l’attrice che sul set ha conosciuto l’amore

Tutto su Ben Daniels, il Walter Sampson di Jupiter’s League