Don Backy, dalle canzoni d’amore alla carriera d’attore

Il suo brano “L’immensità” ha fatto cantare un’intera generazione, ma negli anni Don Backy si è dedicato anche alle sue molte altre passioni.

Cantautore molto famoso negli anni ’60, Don Backy ha una prolifica carriera alle spalle. Ha partecipato a diverse edizioni del “Festival di Sanremo” e ha pubblicato decine di album, uno più bello dell’altro. Ma in tutti questi anni non ha rinunciato alle sue tante altre passioni: è stato uno dei primi cantanti, nel lontano 1967, a pubblicare un romanzo. Per non parlare dei tanti film a cui ha preso parte. Insomma, Don Backy è un artista davvero poliedrico. Scopriamo qualche curiosità in più sul suo conto.

Don Backy, biografia

Don Backy è lo pseudonimo di Aldo Caponi, nato a Santa Croce sull’Arno (Pisa) il 21 agosto 1939, sotto il segno zodiacale del Leone. Ha trascorso la sua infanzia a Castellamare di Stabia, in provincia di Napoli, ma da adolescente ha deciso di fare ritorno nella sua terra natia. Nel 1955, Don Backy ha iniziato a lavorare presso una conceria di pellame, dedicandosi nel frattempo ai suoi interessi principali. Quello per la musica non spiccava ancora.

L’anno seguente, nel 1956, Don Backy si è innamorato del film musicale “Senza tregua Rock’n’Roll”. Ascoltando Bill Haley suonare “Rock around the clock”, il giovane ha iniziato a suonare la chitarra. Con il soprannome di Agaton è entrato a far parte della band Golden Boys e ha iniziato a girare l’Italia e a produrre i suoi primi dischi.

Don Backy
Fonte foto: https://www.facebook.com/don.backy.39

Il successo è arrivato nei primi anni ’60, quando il ragazzo è riuscito a farsi accettare da Adriano Celentano all’interno del suo Clan. È in questo periodo che si è scelto il soprannome di Don Backy. Da quel momento, la sua carriera ha avuto un enorme balzo avanti. Dopo la rottura con il Clan Celentano, il cantante ha diminuito parzialmente la sua produzione musicale per dedicarsi ad altre attività.

È stato attore in molti film e commedie musicali, ha scritto diversi libri e ha partecipato ad alcune trasmissioni tv, come ad esempio “La Talpa” nel 2004 e “Ti lascio una canzone” nel 2009. Nel 2017 è tornato alla grande con un nuovo album intitolato “Pianeta Donna”.

Don Backy, vita privata

Sulla sua vita privata non abbiamo moltissime informazioni. Don Backy ha un profilo Facebook, sul quale però troviamo prevalentemente dettagli sulla sua carriera e sul suo impegno nel sociale. Sappiamo che Don Backy ha incontrato una giovane Liliana Petralia nel 1964.

Entrambi erano sul set del film “Super rapina a Milano”, che il cantante aveva sceneggiato insieme ad Adriano Celentano. Il loro è stato amore a prima vista. Don Backy e Liliana si sono sposati nel 1968 e l’anno seguente hanno avuto il loro unico figlio, Emiliano.

3 curiosità su Don Backy

-È molto legato alla sua terra natale, Santa Croce sull’Arno. Sebbene sia sempre in giro per lavoro, almeno una volta al mese torna a casa (dove, tra l’altro, ha ancora la residenza) per far visita ai parenti e agli amici. In un’intervista a HitParadeItalia, ha confessato di avere sul suo cellulare la foto dello stemma del Comune, come ricordo.

-Negli anni ’90 ha deciso di protestare in modo molto particolare. Si è presentato nudo davanti al Colosseo, lamentando l’esclusione di molti grandi artisti dai palinsesti della tv italiana. Il suo è stato un modo per mostrare come l’unica speranza degli artisti sia denudarsi per ottenere visibilità.

-Ha partecipato al film “Il grande Totò” quando aveva appena 25 anni. Sebbene avesse avuto solo una piccola parte, per lui è stata un’emozione incredibile, Ha infatti potuto conoscere Totò, e ne è rimasto così colpito che anni dopo ha scritto una canzone intitolata in suo onore “Totò”, inserita in un album chiamato “Signori si nasce e io lo nacqui” (è una celebre frase dell’attore comico).

Fonte foto: https://www.facebook.com/don.backy.39

ultimo aggiornamento: 26-01-2019

X